Associazionismo e cultura, inaugurazione dei circoli “Nazione Futura” a Taranto e Grottaglie

Condividi

Sabato 28 agosto alle ore 20:30 presso il Resort Re Sole in Via Mannara 57, Grottaglie (TA) si terrà l’evento inaugurale dei circoli di Grottaglie e Taranto dell’associazione culturale Nazione Futura e sarà solo su invito, nel rispetto di tutte le disposizioni anti-Covid.

Il tema verterà sull’ “Essere conservatori oggi in Italia“.

L’evento sarà introdotto da Francesco Ciro Miale, coordinatore del circolo di Grottaglie e provinciale e Federico D’Addato, responsabile territoriale per la città di Taranto, con la partecipazione straordinaria di Francesco Giubilei, editore e presidente nazionale di Nazione Futura e della Fondazione Tatarella.

Riguardo l’importanza della manifestazione D’Addato dichiara: « Nel nostro Paese “Conservatore” viene spesso confuso con il termine “bigotto”. Nulla di più sbagliato, il Conservatore è colui che crede nella libertà dell’Uomo, è chi rispetta le individualità, i diritti civili ed economici, l’ambiente e la natura. Esiste una cultura ed una bibliografia conservatrice enorme, che merita di essere studiata e approfondita. A chi ci definisce “fuori dai tempi” rispondo che bisognerebbe leggere Prezzolini quando, ne “Il Manifesto dei Conservatori” scrive: “Il conservatore non è contrario alle novità perché nuove, ma non scambia l’ignoranza degli innovatori per novità”. Ben vengano eventi di questo spessore nel nostro territorio per favorirne la rinascita culturale. »

Sulla figura del “conservatore italiano” Miale introduce una breve analisi: “Nel tempo del globalismo unificante, il conservatore continua a difendere i valori che hanno caratterizzato la nostra società, che esistevano prima di noi e che sopravvivranno al nostro tempo, su tutti: l’identità italiana ma anche quella europea, la nazione, la famiglia, la religione, la natura, la libertà e la comunità. Quando si parla di conservatorismo non può che partire dal presupposto che l’interesse nazionale italiano debba trovarsi al primo posto per ogni azione politica”

Leonardo Gnisci, vicecoordinatore territoriale di Taranto, conclude: “Essere conservatore oggi in Italia significa essere alfiere di valori e princìpi che abbracciano una moltitudine di ideali e pensieri che affondano le proprie radici nella storia, nelle consuetudini e nelle tradizioni più genuine del nostro Paese. Il termine “conservatore” non dev’essere concepito come un’etichetta da affibbiare a chi si oppone ad un certo progressismo, che a tratti appare forzato e dunque fallace nei contenuti e nelle intenzioni. Chi è conservatore difende ciò che di più virtuoso offre la storia politica e sociale del nostro Paese, beninteso, senza assumere tale posizione come un dogma che ne vincoli il giudizio obiettivo circa la realtà che lo circonda. Nazione Futura rappresenta un progetto giovane, ambizioso e lungimirante, ma soprattutto virtuoso in quanto pone al centro di tutto i giovani e le realtà locali, sia cittadine che imprenditoriali, vera forza motrice in grado di riportare l’Italia ai livelli che più le competono”.

Nazione Futura è un movimento di idee che ad oggi conta circa 60 circoli territoriali, nato nella primavera del 2017 con l’obiettivo di favorire il dibattito politico-culturale e l’aggregazione di varie anime della società civile accomunate da valori e ideali comuni per migliorare l’Italia attraverso idee e proposte concrete. L’attività del think tank si struttura attraverso la pubblicazione di un trimestrale cartaceo di approfondimento politico, economico e culturale con cadenza trimestrale e un quotidiano online. Inoltre promuove l’organizzazione di convegni, il dialogo con i cittadini, iniziative di solidarietà e presentazioni di libri collaborando con associazioni, centri studi, movimenti culturali in tutto il territorio nazionale.

L’evento sarà riprodotto in live streaming sulle pagine Facebook di Nazione Futura Taranto e Grottaglie.

Nazione Futura: http://www.nazionefutura.it/

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento