Bariville Quartet con Fabrizio Bosso alla Masseria La Francesca martedì 31 agosto

Condividi

CRISPIANO – Bariville Quartet con Fabrizio Bosso alla Masseria La Francesca martedì 31 agosto alle ore 21:30 (ingresso a partire dalle ore 20). 

La tromba di Fabrizio Bosso incanterà il pubblico della masseria (S.S. 172 TA – Martina, uscita Crispiano-Cigliano), per il prossimo atteso evento a suon di jazz per il Live EVO Festival.

La decennale collaborazione e amicizia nata in Terra di Puglia, caratterizza l’unione dei quattro musicisti (Fabrizio Bosso, tromba; Guido Di Leone, chitarra; Bruno Montrone organo; Mimmo Campanale, batteria).
Fabrizio Bosso, torinese, musicista di spicco del panorama internazionale, conclamato virtuoso della tromba, ha vissuto a Bari negli anni ’90, proprio nel periodo in cui la sua fama incominciava a non avere confini. Ed è proprio in quel periodo che si instaura un rapporto d’intesa musicale e umana con il chitarrista barese Guido Di Leone e con il batterista di Andria Mimmo Campanale. I tre si ritrovano in molteplici occasioni, festival, JazzClub, sessioni discografiche e nel 2012, con la partecipazione del contrabbassista Giuseppe Bassi, incidono Four friends in Bari che li porterà per anni sul palco.
Nel 2021, in seguito alle innumerevoli richieste di concerti, ritorna il desiderio e l’esigenza di incidere ancora insieme, si pensa ad un suono di gruppo differente ed ecco che il quartetto viene completato dal giovane Bruno Montrone all’organo Hammond.
Bariville IVtet, nome del gruppo e titolo del loro CD, in un repertorio senza pregiudizi. Temi Bop come Nutville, Fungii Mama e Nutty, il classico Stars Fell on Alabama, la bossa Falando de amor, due composizioni originali, sono alcuni dei temi su cui, le quattro diverse personalità, convogliano naturalmente con competenza, energia ed eleganza.

Fabrizio Bosso inizia a suonare la tromba all’età di 5 anni e a 15 si diploma al conservatorio Giuseppe Verdi di Torino. Nel 2000 pubblica “Fast Flight”, il primo disco a suo nome. Nel 2002 esce il primo disco degli High Five intitolato “Jazz For More”, al quale seguirà “Jazz Desire” nel 2004, per la prestigiosa Blue Note “Five For Fun”nel 2008 e “Split Kick” per Blue Note Japan nel 2010. Fin dall’inizio della sua carriera Fabrizio può vantare collaborazioni importanti come, fra i tanti, Gianni Basso, Enrico Pieranunzi, Rosario Giuliani, Charlie Haden, Carla Bley.Con la Blue Note, pubblica nel 2007 uno dei suoi dischi più importanti, “You’ve Changed”, in quartetto e 13 archi magistralmente arrangiati da Paolo Silvestri, con alcuni ospiti come Stefano Di Battista, Bebo Ferra, Dianne Reeves e Sergio Cammariere, al quale deve l’ingresso nel mondo del pop e la sua prima apparizione al Festival di Sanremo.

Il progetto Live EVO Festival è sostenuto dalla Regione Puglia grazie all’avviso pubblico “Custodiamo la Cultura in Puglia 2021” (FSC 14-20: Patto per la Puglia – Misure di sviluppo per lo spettacolo – D.G.R. n. 1570/2020 – A.D. 499/2020)

LIVE EVO

Live Evo è la prima rassegna artistica e socio-culturale dedicata all’Olio d’Oliva. Il Live Evo Festival porta sette eventi dal vivo di stampo artistico, altrettanti momenti divulgativi e scientifico-culturali, pensati nel segno del simbolo di cui la nostra regione ne ha fatto bandiera ufficiale, l’ulivo e il suo oro giallo-verde, l’olio extra-vergine d’oliva, quell’EVO da cui prende nome il Live Evo Festival.

Una comunità che attraverso il lento succedersi delle stagioni vuole costruire una nuova sensibilità agricola, frutto di passione e amore per l’ulivo: simbolo di abbondanza, di gloria e di pace, ha consacrato il capo dei grandi della terra. Aperti verso chi attraverso lo sviluppo di strategie artistico culturali armonizza identità, tradizione e progresso. La quarta edizione, ideata e gestita dall’associazione temporanea di scopo composta da Sofy Music, Green Academy e Pura Puglia Srl, sarà sostenuta dall’avviso pubblico “Custodiamo cultura in Puglia 2021” (FSC 14-20: Patto per la Puglia – Misure di sviluppo per lo spettacolo – D.G.R. n. 1570/2020 – A.D. 499/2020). Il partenariato diffuso annovera il Comune di Crispiano, il GAL Magna Grecia con sede a Grottaglie, il Forum regionale per l’Agricoltura sociale, la coop. sociale di comunità Borgo Ajeni di San Michele Salentino, l’Istituto comprensivo Marconi di Palagianello, il Circolo Arci-Uisp Mariella Leo di Crispiano, la Pro Loco di Montemesola, la condotta Slow Food Trulli e Grotte di Martina Franca e Crispiano.

Si terranno tra Crispiano, Montemesola, Grottaglie e Palagianello, i momenti più significativi di questo cartellone tra luglio e il prossimo novembre.

INFORMAZIONI BIGLIETTI 

Posti riservati e numerati.

Biglietto 10 €, food e beverage extra in loco.

Info 3884529867

I biglietti si possono acquistare presso l’Ideal Bar di Crispiano.

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento