Medita Festival, Premio Dei Due Mari 2021 BCC San Marzano a Edoardo Bennato

Condividi

Il Presidente dell’istituto di credito pugliese, Emanuele di Palma, nella serata conclusiva della seconda edizione del Festival, ha assegnato al grande cantautore italiano il premio culturale istituito dalla Banca per omaggiare gli artisti che danno lustro al territorio oltre i confini locali.


San Marzano di San Giuseppe (Ta) – Straordinario successo per la serata conclusiva del Medita Festival, organizzato dal 3 al 5 settembre nella suggestiva cornice della Rotonda del Lungomare di Taranto dall’Orchestra della Magna Grecia, in collaborazione con il Comune di Taranto e con il sostegno della BCC San Marzano. Dopo il tutto esaurito dei concerti di Mahmood e Achille Lauro, l’ultimo appuntamento, domenica 5 settembre, con la voce di uno dei più grandi rocker italiani, Edoardo Bennato, accompagnato da oltre quaranta maestri concertisti dell’Orchestra della Magna Grecia, diretti da Raffaele Lopez, ha regalato al pubblico un viaggio emozionante nei suoi pezzi storici e più recenti completamente riarrangiati.

Riflettori puntati sulla seconda edizione del “Premio dei Due Mari BCC San Marzano – Cultura del Mediterraneo” che la Banca, presieduta da Emanuele di Palma, ha assegnato a un cantautore che ha fatto la storia della musica italiana. “Abbiamo istituito questo premio nel 2020 omaggiando Amii Stewart – ha spiegato il presidente di Palma – nell’ambito di una manifestazione importante per la nostra città, a cui abbiamo rinnovato con entusiasmo anche quest’anno il nostro sostegno, cogliendo l’occasione per celebrare gli artisti che danno lustro e visibilità al nostro territorio, su scala nazionale e internazionale”.

Il titolo Due Mari rafforza la stretta correlazione del Premio con Taranto, con la sua storia e la sua identità. “La nostra città’ – ha sottolineato di Palma – merita occasioni sempre nuove, in grado di valorizzare la sua inconfondibile bellezza, riconosciuta in tutto il mondo. Per questa ragione nell’edizione 2021 abbiamo voluto rendere omaggio a Edoardo Bennato, che ha certamente scritto alcune delle più belle pagine della storia della canzone italiana”.

Il premio, il Pumo di Grottaglie, manufatto di ceramica artigianale (realizzato dal maestro Mimmo Vestita) simboleggia il nuovo che nasce, emblema di fortuna e prosperità, ma soprattutto identifica una vera e propria eccellenza pugliese con oltre due mila anni di storia. “Ringrazio il Comune di Taranto, il sindaco Rinaldo Melucci, il vicesindaco Fabiano Marti e il direttore dell’Orchestra Magna Grecia Piero Romano – ha concluso il presidente della BCC San Marzano – per il lavoro che stanno svolgendo, con l’auspicio che si possa continuare a fare sinergia per delineare sempre di più un nuovo corso per la nostra città, in cui la cultura sia al centro insieme ad una economia più sostenibile, più solida, ma soprattutto più umana”.

Tra emozione e applausi si è svolta la cerimonia di consegna del premio all’artista partenopeo, che oltre ad aver ringraziato per l’accoglienza e la partecipazione, ha sottolineato le affinità con Taranto. “Vengo dalla periferia industriale di Napoli – ha dichiarato Bennato – Lo skyline di Taranto mi è familiare, perché è simile a quello di Bagnoli, dove sono nato. Taranto mi è cara e vengo in concerto ogni anno”.

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento