Francesco Carofiglio ultimo ospite dell’Angolo della Conversazione 2021

Condividi

Giovedì 9 settembre (ore 21), appuntamento conclusivo dell’Angolo della Conversazione. A chiudere la seguitissima rassegna culturale di Yachting Club e BCC San Marzano sarà,in collaborazione con il Mondadori Bookstore di Taranto, Francesco Carofiglio per presentare il suo ultimo romanzo dal titolo “Le nostre vite”, appena pubblicato da Piemme. Si tratta dell’atto finale di un cartellone di prestigio, con tanti nomi di fama nazionale che, durante tutta la stagione estiva, sono stati protagonisti sul palco della terrazza vista mare dello Yachting Club attirando il grande pubblico. Adesso tocca allo scrittore Francesco Carofiglio, laureato in architettura all’Università di Firenze.

Già durante gli anni di studio è impegnato come illustratore e attore, esordendo a 16 anni come protagonista di una fiaba di Alberto Manzi. Ha proseguito dopo la scuola e contemporaneamente agli studi universitari in svariate formazioni italiane. Come architetto progetta mostre, pinacoteche e spazi per lo spettacolo e la performance. Scrive opere per il teatro, sceneggiature per il cinema e la televisione. Come illustratore ha progettato e allestito mostre personali, in cui all’illustrazione pura si è sempre unita la progettazione della performance, in collaborazione con maestri come Tullio Pericoli e Altan. Il lavoro sull’immagine si è esteso anche ad altri campi della rappresentazione: fotografia, video, video arte. Per il cinema e la televisione ha scritto soggetti e sceneggiature, tra queste “Il passato è una terra straniera”, interpretato da Elio Germano e Michele Riondino. Infine a partire dal 2005 pubblica vari romanzi tra cui, a dimostrazione della sua ecletticità, “Cacciatori nelle tenebre” una graphic novel scritta insieme al fratello Gianrico e “L’esatte dell’incanto” con cui è finalista del premio Bancarella 2020.

L’ultimo libro di Francesco Carofiglio “Le nostre vite” è un romanzo sul passato, la memoria e la vita vissuta a metà. Può essere definito uno squarcio sugli anni luminosi della giovinezza, un tuffo dove non si tocca nel flusso dei misteri insondabili che compongono le esistenze. Come essere immersi in un’acqua immobile, e in movimento, che non è mai la stessa. Francesco Carofiglio non fa sconti e non cerca un conforto nelle pagine drammatiche, delicate e potenti che compongono il suo ultimo lavoro. Eppure, incrociando i destini di due vite spezzate, quelle di Stefano e Nina, segna una direzione, per la salvezza, oppure la sogna. E salva magicamente un po’ anche noi. Con Francesco Carofiglio dialogherà la giornalista e scrittrice Rosa Colucci, coordinatrice delle attività dell’Istituto nazionale per il diritto dell’arte e dei beni culturali (INDAC). Per partecipare all’incontro culturale del 9 settembre sarà necessario esibire il Green Pass. Prenotazioni gratuite sulla piattaforma www.eventbrite.com.

Disponibile l’infoline Yachting Club 3356386685 e 3939451047.

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento