“La strada dei miei passi”: Menzione d’Encomio per Ciro Cafforio

Condividi

Menzione d’Encomio con Titolo di Eccellenza per Ciro Cafforio, giovane scrittore, conferitagli mediante la sua poesia dal titolo “La Strada dei miei passi”, nell’ambito della quarta edizione del Concorso Letterario Internazionale “Verba Volant, Scripta Manent”, ideato e curato dalla Casa Editrice CentoVerba, tenutosi a Cento, località in provincia di Ferrara.

Incrementa la lista degli importanti riconoscimenti letterari che il giovane autore, ventunenne grottagliese, riesce a ottenere. Tra i tanti, si ricorda un’altra Menzione d’Onore, con la poesia “Sentirsi diversi”, ricevuta durante la scorsa edizione dello stesso Premio Letterario.

Tenacia, bravura e ispirazione sono le chiavi di lettura per un talento innato e ricco di capacità, spontaneo e sensibile alle tematiche trattate nei suoi scritti. Continua, così, il suo percorso di crescita tra l’effettivo scorrere del tempo ed un luogo a lui riservato, che definisce come “rifugio dalla realtà”, ove ha sperimentato ogni passo della sua vita, tra prime esperienze ed emozioni, ove “esiste un senso” per i suoi desideri e le sue ambizioni, ove sono custoditi i suoi più cari ricordi.

““La strada dei miei passi” – racconta l’autore – è una poesia che ho dedicato ad un luogo che mi ha accolto ch’ero un bambino e mi ha reso quel che sono. Un posto che continua ad assumere notevole importanza per l’ispirazione che la sua avvolgente atmosfera e il suo silenzio riesce a scaturire in me. Qui trovano rifugio ricordi strettamente legati ad emozioni vissute e che mai potranno distaccarmi da ciò che reputo come mio punto di riferimento. Infatti, tra i numerosi passi compiuti, molti di essi sono poi divenute impronte, le quali, nel tempo, resteranno indelebili e contribuiranno a ciò che sarò, restando sempre grato a questa strada e ad ogni circostanza che mi ha portato e mi ricondurrà ad essa. Ringrazio – conclude Ciro Cafforio – la Casa Editrice promotrice del Premio Letterario e la giuria per il riconoscimento conferitomi, un attestato che mi rende particolarmente onorato”.

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento