Pubblici esercizi. Intermite (CasaImpresa): “Dopo il boom estivo, un preoccupante stop”

Condividi

“Durante la stagione estiva siamo stati travolti da un boom di presenze sul territorio, e quindi di clienti negli esercizi pubblici. I numeri, decisamente non previsti, da un lato hanno dato una boccata di ossigeno, dall’altro hanno però messo in difficoltà moltissimi titolari di attività, alla disperata ricerca di lavoratori”- Così Francesca Intermite, Presidente di CasaImpresa Taranto, intervenuta di recente  sul disagio avvertito a causa della mancanza di personale,  a quanto pare sempre meno animato dal desiderio di rientrare nel circuito del lavoro.
“Oggi, in concomitanza con l’inizio della scuola – prosegue Francesca Intermite – la situazione sembra essere precipitata per quel che riguarda il numero di avventori in bar e ristoranti. All’orizzonte incertezza ed impossibilità di programmare il lavoro dei prossimi mesi, in quanto non ci sono elementi per comprendere quali ritmi di lavoro ci attendono e quindi di quanta forza lavoro avremo bisogno”.
“A questo si aggiunge la previsione di rincari delle bollette inaccettabili: si parla di un aumento del 40% per quel che concerne l’energia elettrica, del 17% per il carburante auto e addirittura del 60% per il grano. Esprimiamo  viva preoccupazione per quello che sarà, quando stiamo ancora facendo i conti con le misure (sacrosante si badi bene!) mirate a contingentare gli ingressi e quindi ad arginare il rischio del contagio del Covid”.

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento