FAVOLANDO di Pierpaolo Piangiolino: La pianta misteriosa

Condividi

In un bosco cresceva una pianta di bell’ aspetto fatta di fiori e bacche profumate. Tutti gli animali ne erano attratti e tutti si avvicinavano per mangiane le bacche. Un assaggio, poi un altro, tutti rimanevano sorpresi dal gusto amaro di quei frutti e dopo aver assaggiato quel cibo andavano via e, così, anche altri altri animali, che evitavano quella pianta, malgrado la sua armonia e la dolcezza delle sue forma. Un giorno a quella bella e delicata pianta si accostò un uomo saggio e ne raccolse con amore i fiori in una cesta, poi solo alcune bacche, li portò con sé e li cucino’ ricavandone una pietanza dolce e profumata, esattamente come lei era e poi ci aggiuse le bacche per renderla ancora più gustosa…

Ogni cosa, come ogni persona, ha delle qualità per la quale si fa apprezzare. Bisogna saper vedere quali sono, darle fiducia, tirando fuori il meglio che ha. E per fare ciò bisogna avere molto più degli occhi e spesso metterci del proprio come il vecchio e saggio cuoco. Non è facile imparare a vedere veramente le cose da dentro, perché noi le scopriamo solo dopo averle gustate e, spesso, anche dopo aver fatto ciò, non siamo veramente capaci di comprenderne il vero sapore, se non con la saggezza che il tempo ci regala. Eppure non è impossibile farlo, se si impara osservare le cose nella maniera giusta, ovvero senza pregiudizi e con gli occhi del cuore.

 

Condividi

Pierpaolo Piangiolino

Avvocato e grafologo giudiziario iscritto all'albo dei CTU e periti del Tribunale di Taranto. Calligrafo e Tecnico di Biologia Marina specializzato presso l’Università di Bari. Romanziere, vignettista e cruciverbista

Lascia un commento