Leonardo, Caroli (FdI): lasciamo al centrosinistra il taglio dei nastri

Condividi

Con il collega Perrini chiediamo audizione proprietà Emiliano, Delli Noci e Caroli per fare chiarezza sul futuro

“Lasciamo ad altri il taglio dei nastri – oggi l’ennesimo evento regionale ‘Mediterranean Aerospace Matching’ – noi abbiamo preferito essere al fianco dei lavoratori della Leonardo, ex Alenia, di Grottaglie, che da tempo ricevono solo rassicurazioni dalla proprietà e dalla Regione, ma di fatto c’è ancora solo una monocommitenza (quella del Boing 787) e questa pone inevitabilmente problemi di occupazione presente e futura. Non lo diciamo da oggi, ma più di un anno fa in piena campagna elettorale per le Regionali, Fratelli d’Italia ricordò a tutti che lo stabilimento Leonardo di Grottaglie non è nato per caso nella nostra terra, ma è stato il frutto di un serrato braccio di ferro tra lui, allora Presidente della Regione Puglia ed il Presidente della Regione Campania Bassolino. Uno scontro duro e violento che fu vinto dalla Puglia grazie all’opera del presidente Fitto che mise sul tavolo della trattativa un finanziamento regionale di 130 milioni di euro a sostegno di un dettagliato piano infrastrutturale per la creazione di servizi e vie di collegamento.

“Da allora, con il centrosinistra, quella che era un’eccellenza è andata via via perdendo appetibilità sul mercato per questo insieme al collega tarantino, Renato Perrini, non ci limitiamo a ricordare i fasti del passato, né a dare semplice solidarietà, ma chiederemo subito l’audizione della proprietà, del presidente Emiliano e dell’Assessore allo Sviluppo Economico, Delli Noci, e del commissario della task force regionale per l’occupazione Caroli. Serve fare chiarezza e serve farla subito.”

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento