Trasporto disabili. Mazzarano: “La Giunta regionale cambi le linee guida, il servizio va internalizzato”

Condividi

“Il trasporto dei disabili è un servizio importante perché rivolto ad una categoria estremamente fragile, e le precarie condizioni di lavoro degli operatori mettono a serio rischio l’efficienza dello stesso. Di conseguenza, l’unica strada per far sì che il trasporto dei disabili funzioni in maniera adeguata e quindi vengano salvaguardati il benessere degli utenti e la serenità lavorativa degli operatori, è l’internalizzazione”.
Il Consigliere regionale del PD, Michele Mazzarano, richiama ancora una volta l’attenzione sulla gestione di un servizio particolarmente delicato, perché interessa una fascia fragile della popolazione.
“Un servizio, a cui contribuiscono per metà i Comuni riuniti in Ambito, che spesso non corrispondono la propria quota parte, e per metà le ASL, caratterizzato dalla perdurante violazioni del Contratto nazionale del lavoro e dal mancato rispetto delle clausole sociali previste nel bando di gara.
Pertanto, a pagare pesantemente per questa situazione sono i lavoratori e indirettamente i pazienti.
Oggi si è tenuta un’audizione da me richiesta, in III Commissione, dell’ Assessore Lopalco, del Direttore del Dipartimento Salute Montanaro, e dei segretari di CGIL, CISL, UIL, USB e Cobas, sulla modifica delle linee guida regionali sull’internalizzazione e sull’inserimento di questo servizio tra quelli da internalizzare a livello regionale”
“Ci auguriamo – conclude Mazzarano – di poter al più presto centrare questo obiettivo: la tutela dei disabili durante il trasporto presso le strutture sanitarie ed  il rispetto di chi lavora in questo ambito, due facce della stessa medaglia. Pertanto, chiedo alla Giunta regionale di avviare il percorso che mira a modificare le linee guida e di prevedere anche il trasporto disabili tra i servizi da internalizzare”.

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento