Cons. Borraccino: stop alla carneficina quotidiana di morti sul lavoro

Condividi

In sostituzione del Presidente Michele Emiliano, ho presenziato ieri, alla “71a Giornata Nazionale per le vittime degli incidenti sul lavoro” organizzata dall’Associazione ANMIL (Ass. Naz. Lavoratori Vittime e Invalidi del Lavoro) di Taranto.

La commemorazione si è svolta nella città di Sava e alla presenza del Sindaco Iaia, e di altre personalità civili e religiose, ho portato i saluti del Presidente Emiliano. 

E’ stato un momento importante, perché occorre rinnovare la memoria delle tante vittime sul lavoro, ma soprattutto occorre sensibilizzare fortemente lavoratori e datori di lavoro alla cultura della sicurezza.

Lo scorso anno  le vittime sono state  1532, una media di oltre quattro morti al giorno, e quest’anno,  in poco più di nove mesi se ne contano già oltre 800.

In media, in Italia, perdono la vita quattro lavoratori al giorno. 

Ciò è inaccettabile, nulla può ripagare la vita di un donna o di un uomo, di uno di noi.

Urge impegno da parte del Governo e di tutte le istituzioni e gli Enti preposti al controllo  per far rispettare le normative  in materia di sicurezza sul lavoro e prevenzione.

Mino Borraccino

Consigliere del Presidente della Regione Puglia

Per l’attuazione del Piano Taranto

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento