La benedizione del raccolto nelle cantine di Carosino

Condividi

Carosino (Ta) – Il Consigliere comunale Davide Roselli, quest’anno ha avuto la bellissima idea di ripristinare una vecchia tradizione contadina: “La festa della benedizione del raccolto”, un’antica tradizione che cade in concomitanza con la festa patronale del Santo Biagio, protettore di Carosino la “Città del Vino” di cui la festa grande cade proprio ai primi di ottobre e proprio in questo periodo nelle numerose cantine che insistono in questa ridente comunità, viene lavorato il raccolto più prezioso, l’uva da vino, Carosino come si sa insiste nel territorio del “Primitivo di Manduria” e tutto intorno alla Città del Vino è pieno di vitigni da vino primitivo. E proprio a queste cantine il Parroco del Paese, don Filippo Urso, accompagnati dallo stesso Consigliere Davide Roselli e da altri rappresentanti del Comitato della Festa  Patronale  hanno fatto visita e lo stesso don Filippo ha benedetto le 4 Cantine:Tenute Salentine, Giai Vini, Primus Wines e la Cantina Oreste Tombolini vitivinicultore.

Benedizione della Cantina Oreste Tombolini vitivinicultore

“Abbiamo voluto fortemente – ha dichiarato Roselli – consegnare un riconoscimento, la targa ricordo (foto di copertina),   a queste aziende e attività tra l’odore del mosto e la benedizione solenne del Parroco per intercessione di San Biagio.

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento