A Taranto arriva il testimone di “GreenBlueDays”

Condividi

A Taranto arriva il testimone di “GreenBlueDays”, manifestazione nazionale itinerante di economia circolare ed educazione ambientale la cui prossima edizione si terrà, per espresso volere del sindaco Rinaldo Melucci, a Taranto.
Il passaggio di testimone è avvenuto ieri a Napoli, nel complesso monumentale di San Domenico Maggiore, quale momento conclusivo della prima edizione della manifestazione che ha animato per tre giorni il capoluogo campano. È stata Anna Favella, attrice e sustainability advocate, a consegnare a Paolo Castronovi, assessore all’Ambiente del Comune di Taranto, il testimone, consistente in un artistico manufatto realizzato artigianalmente con legno riciclato, che dai prossimi giorni sarà esposto a Palazzo di Città a Taranto.
«È stata una grande emozione partecipare – ha commentato l’assessore Castronovi –, nel Convento di San Domenico, dove è nata la filosofia di Giordano Bruno e di Tommaso Campanella, a questo evento ideato da tre donne visionarie: Sonia Cocozza, Rosy Fusillo ed Elisabetta Masucci. Hanno creato un luogo in cui per tre giorni si sono incontrati esperti a livello nazionale della sostenibilità con i giovani in formazione e start up, ovvero coloro che costruiranno il futuro nostro e del pianeta».
“GreenBlueDays” è un grande evento che vede la realizzazione di un forum, il cui coordinamento scientifico è dell’Istituto di ricerca su innovazione e ricerca per lo sviluppo (Iriss) del Cnr, in cui vengono affrontati ad ampio raggio temi legati al concetto di sostenibilità ambientale. L’obiettivo finale è favorire un cambiamento prima di tutto culturale e sociale, coinvolgendo in questo processo i giovani.
«In questo momento storico in cui, grazie al programma “Ecosistema Taranto” dell’amministrazione Melucci, nella nostra città si sta affermando un nuovo modello di sviluppo economico che ha nella sostenibilità la sua pietra angolare – ha aggiunto l’assessore – il sindaco Melucci ha fortemente voluto che l’anno prossimo “GreenBlueDays” si tenga a Taranto, perché questo evento farà giungere nella nostra città i massimi esperti nazionali di sostenibilità sistemica con i quali  si potranno confrontare gli startupper e i nostri giovani».
Nel progetto “GreenBlueDays”, infatti, articolato in diverse giornate, si tengono labs scientifici e accademici e talks tecnici in cui poter condividere visioni ed esperienze, proporre soluzioni, studiare piani d’azione per promuovere, sviluppare e determinare, attraverso l’interazione sinergica, la ricerca, l’innovazione tecnologica, l’inclusione ed il benessere sociale del territorio.
Le macro aree su cui si sviluppa il confronto durante le giornate del “GreenBlueDays” sono: Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile 2030, I Giovani per un Futuro GreenBlue, Transizione Ecologica, Innovazione e Digitalizzazione, Architettura e Territorio, Economia Circolare, End of waste, Design e Moda sostenibile, Food antispreco, Smart City e Green Mobility, Logistica e Infrastrutture, Energie, Prevenzione e Salute, Formazione.
 

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento