Alloggi popolari anche alle coppie dello stesso sesso, Stellato presenta emendamento. “Garantire diritto ad ogni tipo di famiglia è norma di civiltà”

Condividi

Garantire il diritto all’assegnazione degli alloggi popolari anche alle coppie dello stesso sesso, equiparando il trattamento tra coppie conviventi, contro ogni  discriminazione.

È, in estrema sintesi, il contenuto dell’emendamento presentato da Massimiliano Stellato – consigliere regionale e capogruppo dei Popolari – ad una proposta di legge regionale di modifica della legge che disciplina l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica.
L’emendamento in questione intende modificare i requisiti per l’assegnazione stabiliti dalla legge regionale recante la “Nuova disciplina per l’assegnazione e la determinazione dei canoni di locazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica” a garanzia di una  maggiore equità sociale, cristallizzando il concetto di famiglia secondo il principi stabiliti dalla cosiddetta “legge Cirinnà”.
L’obiettivo – spiega Stellato (foto di copertina)- è quello di estendere la platea dei percettori di un diritto, che in questo caso è quello di accesso alle assegnazione di alloggi popolari e di equiparare, contro ogni discriminazione, le garanzie tra coppie di conviventi. L’idea politica ispiratrice della norma è che i diritti sociali delle persone non possano essere messi in discussione dalla forma di famiglia che ognuno legittimamente sceglie. Un provvedimento – conclude Stellato – che si adegua ai mutamenti sociali e prova a colmare una lacuna. Un passo, non scontato, nella direzione della vera uguaglianza”.
Il provvedimento è stato incardinato nella quinta commissione per il parere preventivo prima dell’avvio dell’iter legislativo.

 

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento