PoliticaPRIMO PIANO

Grottaglie Domani: La Corte dei Conti boccia sonoramente l’Amministrazione D’Alò

Condividi

Grottaglie – Con Deliberazione-n.-149-2021-VSGC-Comune-di-Grottaglie la Sezione Regionale di Controllo per la Puglia della Corte dei Conti accerta gravi inadempienze sulla gestione contabile e finanziaria dell’Amministrazione comunale per l’anno 2018.

Una deliberazione grave che non fa altro che ammettere quello che noi abbiamo sostenuto e denunciato in campagna elettorale: una gestione della cosa pubblica da parte della Giunta D’Alò poco trasparente e assolutamente inadeguata secondo la Corte dei Conti Regionale.

La Sezione regionale della Corte, con cadenza annuale, nell’ambito del controllo di legittimità e regolarità delle gestioni è chiamata ad esprimersi sul corretto funzionamento dei controlli interni ai fini del rispetto delle regole contabili e dell’equilibrio di bilancio di ciascun ente locale.

Ebbene, la massima assise contabile mette nero su bianco che relativamente all’anno 2018 i controlli interni sulla regolarità amministrativa e contabile, sulla gestione, sulla qualità dei servizi e sugli equilibri finanziari è assolutamente inadeguata.

In parole povere la Corte dei Conti fa una bella tirata di orecchie all’Amministrazione D’Alò bocciando sonoramente il suo operato di autocontrollo interno sulla gestione amministrativa.

Infatti secondo i giudici contabili “il rafforzamento dei controlli interni degli Enti locali è un’esigenza imprescindibile per la salvaguardia dell’integrità e della trasparenza della gestione delle risorse finanziarie pubbliche assegnate alle autonomie territoriali” e tali misure rappresentano un presidio fondamentale per la sana gestione dell’ente”.

Ancora, continuano i giudici contabili “il mancato esercizio della funzione pubblica di controllo interno, oltre a ridurre il presidio sugli equilibri di bilancio e la regolarità della gestione, rischia di alterare i processi decisionali e programmatici, nonché di indebolire le scelte gestionali ed organizzative, con conseguente pericolo di frodi, abusi, sprechi o, semplicemente, cattiva amministrazione delle risorse e del patrimonio dell’Ente. A livello contabile, poi, aumenta il rischio di manipolazioni o errori nella registrazione delle transazioni giornaliere, con conseguente impossibilità per il controllore esterno di fare assegnamento sulla qualità della rendicontazione economica e finanziaria dell’Ente”.

Con la deliberazione del 21 ottobre la Corte dei Conti accerta la totale inadeguatezza del sistema dei controlli interni del Comune di Grottaglie che, pertanto, è esposto a rischi di mancata trasparenza e pericoli di frodi, abusi e sprechi nella propria gestione amministrativa.

Una deliberazione che arriva a seguito di una campagna elettorale in cui noi, come Grottaglie Domani, non abbiamo fatto altro che denunciare tale inadeguatezza che ora viene confermata dalla Corte dei Conti!

È bene che il Sindaco D’Alo’ e la sua Amministrazione, ormai falsi paladini della trasparenza, spieghino ai cittadini quello che sta succedendo anche se le accuse mosse dalla Corte dei Conti sono sotto gli occhi di tutti i cittadini.

Antonio Delli Santi
Consigliere comunale di Grottaglie Domani

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento