Taranto esclusa dagli itinerari culturali della Regione Puglia. Interrogazione di Perrini

Condividi

Il Consigliere regionale di Fratelli d’Italia Renato Perrini ha presentato oggi un’interrogazione urgente all’assessore alla Cultura e al Turismo Massimo Bray sulla perdurante esclusione della provincia di Taranto dai Cammini e dagli Itinerari culturali riconosciuti dalla Regione Puglia.

Renato Perrini
Consigliere Regione Puglia (FdI)

“Da ieri, 2 novembre, è in edicola, in allegato al quotidiano La Repubblica, la Guida dedicata ai Cammini della Puglia, nella quale sono elencati quelli riconosciuti dalla Regione Puglia, e ampio spazio è garantito anche alle diverse vie del Cammino Materano. E ancora, compare una lunga intervista al dott. Angelo Fabio Attalico, del Dipartimento Turismo e Cultura della Regione Puglia, cofondatore della Rete regionale Cammini di Puglia e di quella nazionale Cammini del Sud, e legato alla cooperativa In Itinere, con cui ha ideato, progettato e strutturato il Cammino Materano (è stato coautore anche di una relativa pubblicazione)” spiega Perrini.  “La provincia di Taranto è completamente inesistente nella Guida” sostiene. “Dal 2019 è stato presentato il Cammino ‘La Rotta dei Due Mari’, e il 17 febbraio 2020 si è costituita l’omonima APS per la gestione univoca dell’iniziativa, sottoposta al vaglio del Coordinamento del Comitato regionale dei Cammini e degli Itinerari culturali. Ma l’interlocuzione dei promotori del Cammino con il dottor Attalico, nella sua funzione di Responsabile del settore Turismo sostenibile, Cammini e Itinerari culturali del Dipartimento Turismo e Cultura della Regione Puglia, non ha prodotto alcun risultato concreto”, informa.  Da qui l’interrogazione, per sapere “se la Regione Puglia ha sostenuto economicamente la pubblicazione della Guida dedicata ai Cammini di Puglia, e in caso affermativo con quale importo”. E in particolare, i motivi dell’esclusione della provincia di Taranto dai Cammini e dagli Itinerari culturali riconosciuti, e dello stallo relativo all’esame del Cammino ‘La Rotta delle Due Ruote’.

“Investire nella promozione del territorio anche attraverso iniziative editoriali di ampio respiro è opportuno e doveroso, per un ulteriore rilancio e consolidamento della Puglia nel ‘turismo lento’ – sottolinea Perrini, promotore di numerose iniziative in merito -, ma al di là della riconosciuta bontà dell’iniziativa, non si possono continuare ad ignorare cittadini che sono contribuenti pugliesi a tutti gli effetti, e meritano la stessa considerazione e rispetto di altri. Cittadini penalizzati anche rispetto a quelli di un’altra regione, la Basilicata, e un’altra città, Matera, apertamente pubblicizzata e sponsorizzata dalla Regione Puglia” la sua conclusione.


Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento