Critiche a Oddati. Bottiglia: “Siamo accanto al commissario, impegnato ancora nell’arduo compito di ricomporre il Pd di Taranto”

Condividi

In questi giorni, assistiamo a critiche, a mio parere del tutto fuori luogo, nei confronti della gestione commissariale del Partito Democratico ed in particolare all’indirizzo del commissario provinciale di Taranto, Nicola Oddati.
A detta di Gianni Azzaro e di Valerio Papa, non avrebbe agito, durante la sua gestione, in maniera super partes e non avrebbe dato slancio politico al PD.
Necessita, a tal riguardo, evidenziare che gli stessi hanno collaborato attivamente in questa fase di transizione accanto al commissario, facendo parte del coordinamento, e ricoprendo delle cariche, rispettivamente: Azzaro come coordinatore cittadino e Papa come componente dell’ufficio Adesioni  e Tesseramento. Cariche attribuite prescindendo dalla consultazione della base. Gli avvicendamenti politici degli ultimi anni nel PD, hanno prodotto uno scenario estremamente conflittuale,  determinando una vera paralisi dell’attività  ed un pericoloso scollamento rispetto alle esigenze della collettività. Le nostre tradizionali e fondamentali strutture, i circoli, hanno vissuto desertificazione, abbandono, chiusura.
Ritengo Nicola Oddati ciò’ che di meglio il partito potesse attribuirci, e per questo considero necessario sostenerlo ancora nell’ arduo compito di ricomposizione dello stesso, ricordando a me stesso, e poi agli agli altri, di avere il dovere di concorrere alla formazione di un nuovo PD, unito, moderno, efficiente ma soprattutto attento ai bisogni della gente.

Giuseppe Bottiglia candidato alla segreteria cittadina Pd Taranto

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento