CALCIO SERIE C: il Taranto torna alla vittoria col Catania

Condividi

Dopo due sconfitte consecutive il Taranto mette ko il Catania. Brutta tegola per gli Etnei sconfitti domenica scorsa dal Foggia. Una vittoria sofferta, ma bellissima. Il Catania che voleva fare assolutamente risultato allo Jacovone perde l’intera posta al 94 grazie al bellissimo gol di Belloq. I rossoblù partono in formazione di emergenza, tantissimi gli assenti, ma Laterza mette in campo una formazione che gioca di rimessa e controbatte colpo su colpo soffrendo fino alla vittoria finale. Vediamo la cronaca

Nel primo tempo

Dopo pochi minuti tegola per il Taranto: fuori Ferrara per infortunio, dentro De Maria.

Al 9′ Italeng spara una conclusione dalla distanza, Sala para tranquillo.

Al 14′ il Taranto va in vantaggio con Giovinco che su ribattuta della difesa al volo con il sinistro infila Sala.

Al 20′ il Catania va vicino al pareggio con Russini ma  Chiorra è stepitoso.

Al 22′ ancora gli etnei con Provenzano che di testa manda a lato.

Al 30′  Civilleri dalla distanza, il portiere ospite c’è.

Al 33′ Ceccarelli dai venti metri sfiora il gol, palla di poco a lato.

Al 34′, punizione battuta da Marsili, Granata devia, Sala respinge  d’istinto col torace.

Al 40′ Labriola sfiora il raddoppio

Al 42′ Monteagudo servito da Ceccarelli manda alto da buona posizione.

Nel secondo tempo

Al 9′ cross di Calapai per Moro,  provvidenziale deviazione in corner del difensore Zullo.

Al 12′ il Taranto raddoppia con Civilleri che calcia sul primo palo e sorprende Sala.

Al 16′  Sipos per il Catania supera i difensori e batte Chiorra.

Al 25′ rigore per il Catania: Moro in area viene atterrato da Zullo. Alla battuta va lo stesso Moro che segna ristabilendo la parità.

Al 38′ Chiorra respinge un colpo di testa ravvicinato di Russini.

Al 49′ il Taranto realizza la terza rete: angolo di Marsili, Bellocq colpisce di testa e batte Sala.

Una gara difficile per entrambe le squadre. Il Taranto voleva vincere e lo ha fatto nell’unico modo possibile, Di contropiede. Il Catania nonostante avesse una apparente superiorità in campo palesata con il possesso del pallino del gioco non punge oltre e a spuntarla sono i rossoblù indomiti.  Il Taranto si riscatta dopo le sconfitte di Avellino e Monopoli mentre il Catania recrimina con l’allenatore Baldini.

L’importanza della vittoria odierna realizzata malgrado i tanti assenti nelle parole del tecnico del Taranto Laterza:

“È una vittoria fondamentale soprattutto perché venivamo da due sconfitte consecutive. Sono contento soprattutto per la città, che merita tanto. Questi 3 punti ci consentono di muovere la classifica e sicuramente un applauso va ai ragazzi scesi in campo, che sono riusciti a fare quadrato nonostante le numerose assenze. Contro abbiamo trovato un ottimo Catania, che ci ha reso la giornata parecchio complicata con la sua qualità. Infortuni? Periodo non facile, ieri Falcone e oggi Ferrara, senza parlare dei lungodegenti”.

TARANTO-CATANIA 
TARANTO: 22 Chiorra; 2 Tomassini, 5 Zullo, 17 Granata, 3 Ferrara (5′ pt 97 De Maria); 20 Labriola (15′ st 14 Bellocq), 4 Marsili, 28 Civilleri; 15 Pacilli (15′ st 72 Mastromonaco),32 Giovinco (32′ st 11 Santarpia); 90 Italeng.

A disp.: 12 Antonino, 99 Zecchino, 24 Ghisleni, 27 Versienti, 88 Cannavaro. All.: Laterza.

CATANIA: 1 Sala; 26 Calapai (20′ st 15 Greco), 3 Claiton, 18 Monteagudo, 29 Zanchi (20′ st 16 Albertini); 5 Provenzano (36′ st 23 Cataldi), 4 Maldonado (29′ st 8 Rosaia), 13 Izco (45′ st 25 Sipos); 20 Russini, 24 Moro, 11 Ceccarelli.

A disp.: 12 Stancapiano, 2 Pino, 6 Ercolani, 10 Biondi, 21 Ropolo, 25 Sipos, 30 Frisenna. All.: Baldini.

Arbitro: Federico Longo di Paola.


Condividi

Pierpaolo Piangiolino

Avvocato e grafologo giudiziario iscritto all'albo dei CTU e periti del Tribunale di Taranto. Calligrafo e Tecnico di Biologia Marina specializzato presso l’Università di Bari. Romanziere, vignettista e cruciverbista

Lascia un commento