Turco (M5S): « Proroga IMA al 2024 e 40milioni di euro per le agenzie di somministrazione e riqualificazione dei portuali»

Condividi

Nella legge di bilancio per l’anno 2022 è stato depositato un emendamento a firma del sen. Mario Turco (M5S) e del sen. Emiliano Fenu (M5S), avente ad oggetto la proroga al 2024 dell’operatività delle Agenzie per la somministrazione del lavoro in porto e per la riqualificazione professionale dei lavoratori portuali, in scadenza al 30 giugno 2021. L’emendamento prevede uno stazionamento di quasi 40 milioni di euro.

«L’emendamento alla Legge di bilancio per l’anno 2022 vuole consentire alle Autorità di Sistema portuale, tra cui quelle di Taranto, Gioia Tauro e Cagliari, di prorogare l’operatività o di istituire Agenzie per la somministrazione del lavoro in porto e per la riqualificazione professionale di quei lavoratori licenziati o in esubero delle imprese portuali o che prestano la loro attività in imprese in concessione di aree e banchine. La misura riguarda tutti i lavoratori che operano in imprese la cui attività terminalistica è cessata da almeno 12 mesi in via eccezionale e temporanea, a decorrere dal 1º gennaio 2017 e fino al 31 dicembre 2024, e che operano nei porti in cui almeno l’80% della movimentazione di merci “containerizzate” avviene in modalità transhipment, e dove da almeno cinque anni persistono stati di crisi aziendale o cessazioni delle attività terminalistiche. Per finanziare l’operazione, si attingerà al “Fondo sociale per occupazione e formazione” stanziando 5,1 milioni di euro per il 2021 ed € 13.176.206 per ciascuno degli anni 2022, 2023 e 2024.» Lo afferma il Sen. Mario Turco, Vicepresidente designato del MoVimento 5 Stelle, intervenuto durante un incontro organizzato dalle parti sindacali.

Sen. Mario Turco
Vicepresidente M5S,
già Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio nel Governo Conte II


Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento