Parcheggi a Taranto: per una corretta informazione

Condividi

Una modifica pensata per affrontare uno dei veri problema della città: i parcheggi!

Come chiarito dal Sindaco, Melucci, le variazioni sono sperimentali, con la possibilità di modifiche in corso d’opera.

Bene rammentate alcuni aspetti prima dell’assunzione di critiche da “hooligans” di queste ultime ore.

In primis, nella nuova regolamentazione, sono ovviamente previste agevolazioni per i residenti, come chiarito dal presidente di KymaMobilità di Taranto.

Ricordiamo, ai detrattori dell’ultima ora, che le strisce blu a Taranto esistono da un quarto di secolo (1996) con tariffa 1€/ora, ed in alcune zone addirittura 0,50 cent./ora, davvero la tariffa più bassa d’Italia che non aumenterà.

Questo sistema che genera ordine e decoro urbano, a bassissimo costo per i cittadini, garantisce la rotazione delle aree di parcheggio oltre a essere un importante riferimento lavorativo per molte decine di famiglie tarantine, aspetto, quest’ultimo, da non sottovalutare!

Ma si ignorano volutamente nuove realtà che daranno sfogo alla carenza atavica di parcheggi:

l’accordo con la Marina Militare con l’uso dello spazio della Caserma Mezzacapo destinato a parcheggio gratuito (!!!) e su questo invece si glissa; nuove aree di sosta anche all’ex Stazione Torpediniere, a breve i lavori della sopraelevazione dell’ampia area dell’attuale sito di via Oberdan.

Tutto ciò viene sottaciuto dai detrattori di Melucci.

La modifica annunciata, del resto, è una conseguenza del “Piano urbano della mobilità sostenibile” (PUMS), redatto dall’Amministrazione comunale con il sostegno di tutta_la_maggioranza, e col contributo dei commercianti, per migliorare gli spostamenti in città e soprattutto grazie al quale abbiamo ottenuto il finanziamento con alcuni centinaia di milioni di euro, già disponibili e in procedura di gara d’appalto, delle 2 linee delle BRT che rivoluzioneranno il nostro modo di muoverci in città con bus elettrici a corsia dedicata, velocissimi che, in pochi minuti, consentiranno lo spostamento dalla estrema periferia nord o sud al centro della città!

Le 2 linee BRT, una realtà inesistente nella stragrande maggioranza delle città del mezzogiorno d’Italia; fatti concreti e non chiacchiere che a breve si toccheranno con mano.

Non secondario la certezza che la maggiore rotazione dei parcheggi, alcuni park&ride, sino ad ora mai visti a Taranto, e la scelta di mantenere le medesime tariffe, sono vantaggi indubbi che per il commercio come anche le navette gratuite verso il centro per il periodo natalizio.

Infine dovremmo essere tutti orgogliosi, dal punto di vista della ecosostenibilità, dell’incentivazione del trasporto_pubblico, infatti oltre alle imminenti BRT, entro 18/24 mesi l’ Amat rinnoverà il parco macchine con Bus ibridi ed elettrici.

Si tratta, alla luce di quanto sopra, a nostro modesto avviso di una chiara strumentalizzazione da parte degli stessi che assegnano la colpa di qualsiasi cosa al Sindaco.

Oppositori rumorosi del Sindaco che tentano di parlare alla pancia della cittadinanza.

I fatti sono altri e dicono di un’ Amministrazione comunale responsabile che ha avuto la forza di iniziare un’azione risolutiva del “problema parcheggi” nella città di Taranto.

Mino Borraccino
Consigliere del Presidente della Regione Puglia 
Per il coordinamento del Piano per Taranto

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento