Orchestra della Magna Grecia. Giovedì 9 dicembre Lucas Debargue, teatro Orfeo di Taranto

Condividi

Terzo appuntamento con la Stagione orchestrale. Protagonista il trentunenne pianista e compositore francese. Orchestra della Magna Grecia diretta da Gianluca Marcianò. A cura di ICO Magna Grecia in collaborazione con Comune di Taranto, Regione Puglia e Ministero della Cultura. Direzione artistica del Maestro Piero Romano

TARANTO – Giovedì 9 dicembre alle 21.00 al teatro Orfeo di Taranto, terzo appuntamento con la Stagione orchestrale 2021-2022 con il concerto di Lucas Debargue, “Divo anticonformista”, con l’Orchestra della Magna Grecia diretta dal Maestro Gianluca Marcianò. Green pass obbligatorio.

La Stagione orchestrale 2021-2022, a cura di ICO Magna Grecia con la direzione artistica del Maestro Piero Romano, è realizzata in collaborazione con Comune di Taranto, Regione Puglia e Ministero della Cultura. Fra istituti, aziende e attività del territorio a sostegno della rassegna, spiccano Banca BPER, Fondazione Puglia e Programma Sviluppo-Lavoro, informazione, welfare. Direzione artistica del Maestro Piero Romano. Si segnalano, inoltre, la collaborazione con Cantine Varvaglione e la nuova partnership con Teleperformance, azienda leader nei servizi di call center e social customer care.

Lucas Debargue

Debargue, “divo anticonformista”, come da titolo dell’appuntamento, ha grandi capacità nel fondere in armonia l’amore per la musica classica, lo studio della letteratura e della filosofia, arricchendo le sue performance con la curiosità e la ricerca nell’universo del jazz, del cinema, della pittura. Grande pianista, Debargue ha stupito il mondo per le qualità virtuosistiche e di interpretazione, partecipando con successo al “XV Concorso Tchaikovsky” a Mosca nel 2015.

Grande attesa, dunque per Lucas Debargue, trentuno anni, con un curriculum strepitoso che lo ha portato ad esibirsi con le orchestre più titolate sui palcoscenici più importanti del mondo: Philharmonie di Berlino, Congertgebouw di Amsterdam, Konzerthaus di Vienna, Théâtre des Champs Elysées di Parigi, Royal Festival Hall di Londra, Suntory Hall di Tokyo; sale da concerto di Pechino, Shanghai, Taipei, Seoul, Mosca, San Pietroburgo e New York.

Lucas Debargue eseguirà il concerto per pianoforte e orchestra N. 3 in Do minore, eseguito al pianoforte per la prima volta nel 1803 dallo stesso Beethoven. Un capolavoro straordinario di bellezza, virtuosismo, lirismo, che rende questo appuntamento speciale, considerando che per l’intero Ottocento è stato il concerto pianistico beethoveniano più eseguito.

Gianluca Marcianò

Il programma della serata prevede, inoltre, l’esecuzione della Sinfonia “Dal Nuovo Mondo” (Sinfonia n. 9 op. 95 in mi minore) del compositore ceco Antonin Dvorak. La sinfonia, omaggio al continente americano, è stata composta nel 1893, ai tempi in cui Dvorak era direttore del National Conservatory of Music of America di New York. Una vera esultanza di bellezza che portò gli americani a considerare questa sinfonia un omaggio ad una terra ricca di storia e di opportunità.

Lucas Debargue, Divo anticonformista. Green pass obbligatorio. Ingresso: Poltronissima 30 euro, Platea centrale e Prima galleria, 25 euro; Seconda e terza galleria 15 euro.

Info, Taranto: via Tirrenia 4 (099.7304422); via Giovinazzi 28 (3929199935).


Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento