CALCIO SERIE C: Bari troppo forte per il Taranto

Condividi

Dieci milioni di euro per costruire una squadra. E si vedono tutti. Il Bari è più forte del Taranto dal punto di vista dei singoli e del collettivo ed è messo meglio in campo rispetto agli jonici. I rossoblù giocano male al San Nicola e riescono poche volte a impensierire la difesa barese. Alcuni giocatori, come Zullo, ormai hanno fatto collezioni di errori in campionato e forse andrebbero rivisti o messi a riposo. La squadra jonica con un nuovo modulo appare non all’altezza del gioco barese. La mancanza dei terzini titolari non può essere addotta come scusante. E’ tutta la squadra che affonda compreso il portiere Chiorra. Civilleri e Marsili sempre bravissimi oggi sembrano ombre in campo, lenti e in affanno.  E solo Labriola appare sufficiente li in mezzo. La cronaca

Nel primo tempo

Al 4’ Celiento, solo, su corner conclude al volo a lato.

Al 14’ Bari in vantaggio: Pucino su punizione dai venticinque metri, Chiorra non ci arriva.

Al 31’ giallo del match per Giovinco.

Al 34’ Pucino ci riprova, stavolta dai trenta metri, Chiorra stavolta è presente.

Al 41’ ammonizione per Granata.

Al 43’  raddoppio del Bari:  Botta dal limite dell’area spara di sinistro, Granata devia e beffa Chiorra

Nel secondo tempo

Al 46’ ammonizione per Marsili per fallo di trattenuta.

Al 48′ Marsili  ci prova da calcio d’angolo, Frattali respinge.

Al 56’ D’Errico ci prova con un destro dai venticinque metri, palla alta.

Al 60’ il Bari fa il tris: Paponi serve  Antenucci, che in diagonale beffa Chiorra.

Al 65’ Labriola e De Maria lasciano il posto a Bellocq e Versienti.

Al 69’ Cheddira e Di Gennaro rilevano Paponi e Ruben Botta.

Al 72’ Giovinco è steso in area da Celiento, rigore e ammonizione per il difensore biancorosso: dagli undici metri Saraniti sbaglia, ma sulla ribattuta Giovinco infila in rete.

Al 77’ esce Civilleri per Santarpia.

Al 78’ Cheddira si ritrova a davanti a Chiorra, che respinge.

Al 79’ Bianco e Scavone prendono il posto di Mallamo e Maita nel Bari.

All’83′ Giovinco dalla distanza,  conclusione debole, Frattali para.

All’86’ ammonizione per Zullo.

All’88’ Pacilli sostituisce Giovinco.

All’89’ minuto dopo Gigliotti rileva D’Errico.

Al 91’ Pacilli rimedia un giallo.

Mister Laterza non appare soddisfatto e ai microfoni di Antenna Sud parla della sconfitta ammettendo la superiorità del Bari: ”Complimenti al Bari, è una grande squadra ben organizzata e con qualità. Il 3-5-2 è stata una necessità: non avevamo terzini a disposizione. L’avevamo preparata cercando di avere un uomo in più dietro ma complimenti a loro. Da martedì lavoreremo in vista della partita di domenica contro il Picerno, dobbiamo cercare di fare più punti possibili e ora testa alla prossima. Noi siamo contenti del percorso che stiamo facendo, sappiamo la strada che c’è da fare, non è ancora finita. Domenica c’è una partita da vincere”.

E verrebbe da dire speriamo bene. Il Picerno non sarà un cliente facile viste le ultime partite vittoriose.

BARI-TARANTO 3-1

BARI: Frattali; Pucino, Terranova, Celiento, Mazzotta; Mallamo (79’ Bianco), Maita (79’ Scavone), D’Errico (89’ Gigliotti); Botta (69’ Di Gennaro); Antenucci, Paponi (69’ Cheddira). A disp.: Polverino, Simeri, Citro, De Risio, Lollo, Belli, Ricci. All. Mignani.
TARANTO: Chiorra; Granata, Zullo, Benassai; De Maria (65’ Versienti), Labriola (65’ Bellocq), Marsili, Civilleri (77’ Santarpia), Mastromonaco; Saraniti, Giovinco (88’ Pacilli). A disp.: Antonino, Zecchino, Tomassini, Falcone, Cannavaro, Italeng. All. Laterza
Arbitro: Valerio Maranesi di Ciampino


Condividi

Pierpaolo Piangiolino

Avvocato e grafologo giudiziario iscritto all'albo dei CTU e periti del Tribunale di Taranto. Calligrafo e Tecnico di Biologia Marina specializzato presso l’Università di Bari. Romanziere, vignettista e cruciverbista

Lascia un commento