Tavolo centrosinistra con 13 liste pro Melucci. ODDATI:”C’è una coalizione forte con un programma condiviso”

Condividi

PD, Più centrosinistra, Taranto Crea, Una Strada Diversa, Popolari con Emiliano, Liberi e Uguali, ARTICOLO 1, Sinistra Italiana,  Taranto 2030, Insieme per Taranto, PSI, CON,  Mezzogiorno Federato: queste le liste intervenute oggi a sostegno della candidatura a sindaco di Taranto di Rinaldo Melucci.
Molto positivo e avanzato il dialogo con il movimento 5 stelle, con i quali si è definito un impegno unitario anche per elezioni provinciali.
Aperto e positivo anche il dialogo con i Verdi di Taranto presenti all’odierno confronto, come con Taranto Respira.



Nicola Oddati, commissario provinciale del Pd di Taranto
:”Poniamo tre paletti chiari: la ricandidatura di Rinaldo Melucci, una forte ossatura politica insieme ad un’apertura al civismo democratico e liste pulite e rappresentative. Con queste premesse, lavoriamo ad un programma progressista forte, capace di proseguire e rafforzare il lavoro fatto negli anni scorsi da Melucci. Esorto – prosegue Oddati – sia il Pd che tutte le altre liste che sostengono Rinaldo Melucci, ad inserire candidature femminili vincenti, consapevoli del valore aggiunto che comportano. Chiaro che tale coalizione manterrà e andrà a rinvigorire, com’è naturale, il rapporto con la Regione”.

“Noi siamo gli artefici del cambiamento positivo che Taranto sta vivendo, – ha aggiunto Melucci –  noi abbiamo avuto il coraggio di avviare il superamento della monocultura siderurgica, tutto ciò che avevano chiesto i cittadini con grande chiarezza. Oggi sciogliamo gli ormeggi e con una coalizione finalmente ordinata, definita, coerente, leale e fondata su di una etica impegnativa, iniziamo un viaggio importante per raccontare a tutti i nostri concittadini chi siamo, cosa abbiamo fatto, cosa vogliamo portare a termine per il miglior futuro della comunità. Noi abbiamo una idea precisa di città, quel futuro non lo declamiamo o lo attendiamo, lo stiamo già costruendo”

Poi Oddati conclude perentorio:”Chiusura assoluta nei confronti di chi ha causato lo scioglimento anticipato del Consiglio comunale di  Taranto, e quindi la fine di questa esperienza amministrativa”.

 

 




Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento