CronacaPRIMO PIANO

Atti vandalici al Cimitero di Grottaglie, mandata in frantumi la porta vetrata della tomba della famiglia De Filippis

Condividi

Solo ultimo in ordine di tempo l’atto vandalico che si è perpetrato stanotte nel Cimitero di Grottaglie, dove è stata mandata in frantumi la porta a vetri della Cappella  di famiglia del compianto prof.  Vincenzo De Filippis, e distrutta  anche una lapide, come si può vedere dalle foto (la famiglia ha autorizzato la pubblicazione delle foto.ndr). La famiglia ha fatto formale denuncia alla Polizia, inutile sottolineare lo sgomento dei De Filippis per l’accaduto e non si riesce a comprendere perché tanta inciviltà e se vogliamo cattiveria di gente impunita, meglio definirli barbari che si introducono nel cimitero solo per compiere atti vandalici di cui non se ne comprende la finalità.

Ormai il Cimitero di Grottaglie è abbandonato a se stesso, sorveglianza ai minimi termini, sporco ovunque  e non c’è angolo  in cui non ci sia dissesto della pavimentazione dei marciapiedi, tombe abbandonate in completo dissesto strutturale e muri di recinzione pericolanti.

Da un po’ di tempo si è aggiunta l’opera esecrabile dei vandali. La ditta appaltatrice della gestione del Cimitero ha saputo solo interdire l’accesso ai cani. Tempo fa abbiamo pubblicato la relazione dettagliata sullo stato della struttura comunale, del già assessore al bilancio  Mario Santoro, un quadro desolante che al momento non ha generato alcuna reazione da parte di chi è chiamato  a dare delle  risposte.


Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento