PoliticaPRIMO PIANO

FdI Grottaglie: Riscossione tributi. La storia si ripete!

Condividi

Tra i punti all’ordine del giorno della 1^ Commissione consiliare permanente fissata per oggi 21/12/2021 sarà discussa anche l’approvazione delle condizioni per la rinegoziazione con Soget SPA del contratto n. 1627 del 11/12/2017.

In particolare, come da Regolamento approvato con Deliberazione del Consiglio comunale n.5 del 28/04/2021, a decorrere dal 1° gennaio 2021 è stato istituito nel Comune di Grottaglie il CANONE UNICO patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria, IN SOSTITUZIONE della tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche, dell’imposta comunale sulla pubblicità e del diritto sulle pubbliche affissioni e del canone per l’installazione dei mezzi pubblicitari.

Oggetto del canone saranno tutte le occupazioni di suolo pubblico a qualsiasi titolo realizzate, anche abusive, e la diffusione di messaggi pubblicitari, anche abusivi, aventi lo scopo di promuovere e diffondere la domanda di beni o servizi, ovvero finalizzati a migliorare l’immagine del soggetto pubblicizzato mentre, l’ambito di applicazione del canone riguarderà le occupazioni di qualsiasi natura effettuate, anche senza titolo, nelle strade, nei corsi e nelle piazze e, comunque realizzate su aree appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile del Comune.

Sta di fatto che, l’Amministrazione comunale in carica anziché pensare ad una “gestione diretta” e a designare un funzionario responsabile (gestore del canone), starebbe pensando al contrario di approvare nuove condizioni per rinegoziare il contratto stipulato con Soget SPA al fine di affidare alla stessa società l’intera gestione del pagamento del canone unico, oltre  ai servizi di accertamento sul territorio a mezzo di agenti accertatori e la riscossione anche coattiva del canone, delle indennità e sanzioni connesse.

Sarebbe bene ricordare che, ad oggi, la Soget SPA svolge il Servizio di “supporto ed affiancamento” all’Ufficio Tributi del Comune di Grottaglie per la gestione di Imu, Tasi, Tari e Cosap e affidamento in concessione della Icp e Dpa e della riscossione coattiva entrate tributarie ed extra tributarie e che nel 2017 è risultata essere aggiudicataria del bando per la gestione dei predetti servizi -appalto novennale dell’importo di 6 milioni di euro oltre Iva -.

Sarebbe ora che si valutasse seriamente la possibilità di re-internalizzare almeno taluni servizi per recuperare alcune caratteristiche come quella della crescita di professionalità ed un diverso rapporto con il cittadino che purtroppo si sono perdute con l’outsourcing, strumento ampiamente utilizzato dalla precedente Amministrazione ed oggi ancora ricercato, in perfetta continuità, anche dalla attuale Amministrazione.

Alcune Sentenze del Consiglio di Stato (Cons. Stat. Sez. V, n.553/2011 e n.1034/2016) riaprono la porta alla possibilità per i Comuni di gestire direttamente i servizi ritenendo inverosimile che un ente di non eccessiva grandezza non possa gestire direttamente un servizio nel rispetto del principio dell’autonomia organizzativa.

E’ noto che l’Amministrazione di Grottaglie dispone di un Ufficio Tributi e di dipendenti che sarebbero perfettamente in grado di svolgere per intero tale funzione, pertanto, vista l’occasione del Canone Unico, riteniamo che si debba valutate seriamente la possibilità di una gestione diretta del servizio di riscossione dei tributi, indire finalmente i bandi di concorso pubblici per assunzioni in vari profili professionali ed incrementare il numero dei dipendenti da assegnare all’ufficio.

Ci auguriamo che l’Amministrazione accolga la nostra richiesta che garantirebbe innanzitutto un risparmio significativo per il bilancio comunale e quindi per i cittadini, oltre a consentire una maggiore efficacia ed efficienza del servizio ed un miglior controllo dell’evasione e contrasto alla illegalità.

 

Avv. Francesco Ciro Miale
Coordinatore Cittadino
Dott. Vincenzo Lenti
Consigliere comunale

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento