Martina Franca: grossi disagi di viabilità e problemi di sicurezza per studenti al Pergolo. Il Sindaco lo sa?

Condividi

MARTINA FRANCA (Ta) – Riceviamo da nostri lettori di Martina Franca diverse segnalazioni di perduranti disagi e problemi di sicurezza che riguardano i loro figli, studenti del Liceo Scientifico “Tito Livio” con sede fuori dal centro urbano, in zona Pergolo. La scuola, per chi non lo sapesse, ha un unico accesso sulla via che notoriamente è frequentata da sportivi, e infatti vi è una chiara segnaletica orizzontale che delimita le corsie pedonali, ma ahimè non è dotata né di marciapiedi per pedoni né di area stallo adibita a parcheggi, in quanto piuttosto stretta e anche ad andamento curvilineo.

Ingresso del Liceo “Tito Livio”, sezione scientifica, zona Pergolo 

Il tratto di strada in questione è a senso unico, ed è regolarmente utilizzato non solo da auto ma anche da mezzi pesanti come camion, cisterne, veicoli dei Vigili del Fuoco la cui caserma si trova nei pressi e pullman di linea utilizzati dagli studenti.

Ingresso del Liceo “Tito Livio”, sezione scientifica, zona Pergolo

Il problema qual è? Ce n’è più di uno, quindi andiamo con ordine: innanzitutto i pullman non fanno fermata davanti alla scuola, per cui con ogni tipo di condizioni meteo – pioggia, freddo, vento ecc.  – i ragazzi percorrono a piedi un lungo tratto per raggiungere la fermata convenzionale degli autobus, che si trova a circa 300 mt dall’ingresso del loro istituto, con un carico di libri nello zaino notevole in quanto, per ragioni Covid, cioè per evitare di stare in aula a distanza troppo ravvicinata tra loro, gli studenti devono portare tutti i libri necessari per seguire le lezioni e non “dividerseli” con il compagno di banco, come è d’uso.

Screenshot da Google Maps che indica la zona parcheggio bus Pergolo: lo stralcio della mappa rende l’idea del tragitto che gli studenti devono percorrere a piedi per raggiungere la scuola
Fermata dei bus, zona Pergolo

Alla fermata convenzionale degli autobus non è stata predisposta alcuna pensilina o altra struttura di protezione, per cui anche quando imperversano piogge battenti gli studenti devono attendere all’aperto l’autobus senza altro riparo che i loro ombrelli. Altra osservazione: non è stato notato finora, nei pressi dell’ingresso del liceo, un servizio di ausilio del traffico come per esempio è presente vicino altre scuole nel centro urbano martinese: né vigili urbani né ausiliari o altro personale è presente a moderare il flusso di traffico e aiutare gli studenti nell’attraversamento della carreggiata. Ancora: dati questi evidenti disagi, molti genitori o familiari preferiscono andare a prendere gli studenti con le loro auto, e questo genera una “caccia al parcheggio” che, di fatto, complica di parecchio la situazione: si è costretti ad arrivare con netto anticipo per procacciarsi un posto; si sosta su ambo i lati della strada, purtroppo anche in curva, non solo occupando le corsie pedonali, ma anche di fatto creando delle strettoie che sovente provocano rallentamenti o rendono impossibili le manovre dei mezzi più ingombranti. Qualche settimana fa è capitato, ci raccontano, ad un mezzo dei Vigili del Fuoco che è rimasto bloccato per svariati preziosi minuti, allungando di fatto la tempistica dell’intervento d’urgenza per il quale erano stati chiamati ad intervenire.

Per non parlare, poi, dei lavori di manutenzione stradale in prossimità del passaggio a livello “Colonne Grassi”, pare senza preavviso, che ha causato ulteriori disagi e confusone nella circolazione.

Lavori al Majorana: Questo è successo il 15 dicembre scorso alle 12. Al liceo il biennio esce a quest’ora tre volte a settimana. Davanti al Majorana lavori, Colonne grassi chiuse. Bloccati 2 accessi su 3 (libera solo via Saliscendi)
Cantiere lavori in via Pergolo, nei pressi del passaggio a livello

I familiari degli studenti si chiedono anche se sia possibile allargare la sede stradale, in quanto hanno osservato che proprio difronte all’ingresso c’è il vecchio campo sportivo, con una vasta area erbosa inutilizzata. Sarebbe fattibile progettare un allargamento di questa strada, visto che lo spazio potenzialmente c’è, ed è ormai diventata un’arteria principale del Pergolo?  Sarebbe almeno possibile usare trasformare quest’area inutilizzata come parcheggio libero per i familiari degli studenti, senza ingombrare i lati della strada?

Spazio inutilizzato del vecchio campo da calcio, difronte il Liceo scientifico

 

In definitiva, questa serie di problemi sarebbe facilmente risolvibile se solo si potesse ottenere una fermata degli autobus prospicente all’ingresso della scuola, e anche un potenziamento della linea bus con l’auspicabile raddoppio dei pullman destinati al Liceo scientifico, in quanto gli studenti iscritti sono numerosissimi e i mezzi a disposizioni non sono sufficienti. Siamo certi che questa segnalazione non sarà ignorata, e ci auguriamo che possa sensibilizzare chi di dovere e porti, in tempi brevi e ragionevoli, alla risoluzione del problema: andare a scuola non dovrebbe essere una corsa ad ostacoli, né studenti né familiari dovrebbero vivere e sopportare situazioni complicate e disagevoli di tal fatta. Con una dose di buona volontà e buon senso le istituzioni locali sicuramente troveranno una soluzione che soddisfi tutti e tuteli i giovani, la loro salute  e la loro sicurezza.

Transito senza sosta di un bus davanti al Tito Livio
Transito di una cisterna davanti al Tito Livio
Esempio di ingorgo quotidiano all’ora di punta, davanti al liceo Tito Livio, zona Pergolo
Automedica in transito su via Pergolo nei pressi del Liceo


Condividi

Sabrina Del Piano

Archeologa preistorica, dottore di ricerca in geomorfologia e dinamica ambientale, esperta in analisi dei paesaggi. Operatore culturale, ideatrice di eventi culturali, editoriali ed artistici. Expert in prehistoric archaeology, geomorphology and landscapes analysis. Cultural operator and art events organizer

Lascia un commento