Ennesima aggressione al personale di Kyma Mobilità

Condividi

«Kyma Mobilità intende procedere con le azioni legali del caso, perchè nessuno può pensare di poter aggredire impunemente il nostro personale, né tantomeno danneggiare i nostri mezzi»: così il presidente di Kyma mobilità, Giorgia Gira, a seguito degli atti vandalici e aggressioni verbali ai danni del personale di controllo da parte di una famiglia che veniva invitata a indossare la mascherina sull’autobus.

L’episodio è avvenuto, nei pressi della stazione ferroviaria, da parte di tre persone che pretendevano di salire sull’autobus della Linea 14 senza indossare la mascherina prevista dalla normativa.

«È assurdo – ha commentato il Presidente Gira – che in un periodo in cui siamo tutti informati sulla impennata di contagi dovuta alle varianti del Covid, si debba intervenire per costringere la gente a indossare la mascherina sugli autobus. Le norme prevedono che la si indossi a tutela della salute propria e degli altri: sui nostri mezzi ci sarà sempre qualcuno che si impegnerà a far rispettare le regole anche sanitarie».

«Vogliamo – ha concluso Giorgia Gira – esprimere piena solidarietà e vicinanza al nostro personale e il più sentito ringraziamento alla Polizia di Stato per il solerte intervento».


Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare."Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento