Giangrande (ConfCommercio Taranto): vergognoso dirottare le risorse economiche ad Acciaierie d’Italia, che dovevano servire per le bonifiche

Condividi

Acciaierie d’Italia beneficerà per la decarbonizzazione di risorse economiche (ben 575 milioni di euro ) che dovevano essere utilizzate per dare avvio alle tanto attese bonifiche dei siti inquinati,  delle falde acquifere superficiali e profonde, delle collinette dei Tamburi, dei terreni agricoli  etc.

“Tutto ciò è semplicemente vergognoso!” Ad affermarlo è Leonardo Giangrande, presidente provinciale di Confcommercio Taranto che fa appello alle forze vive della città e della provincia ad unirsi e  far sentire la voce di protesta della comunità jonica.

“Taranto è la città che ha pagato sulla salute e la vita dei cittadini, decisioni e scelte calate dall’alto, e che continua a subire le tragiche conseguenze della megalomania industrialista di una classe dirigente e politica che non tiene al benessere dell’essere umano e dell’ambiente.

Taranto e il suo territorio provinciale continuano ad essere cinicamente usate dal Governo ,che in modo assolutamente disinvolto, sposta risorse e venendo meno ad accordi fatti ai tavoli ministeriali come nel caso della mancata approvazione in Finanziaria della copertura della quota del Governo per i Giochi del Mediterraneo.

È una politica ambigua che tradisce le promesse fatte e che fa pensare che per la classe politica al Governo,  Taranto sia una città senza futuro e  da sacrificare alla logica  del profitto.”

 

 

 


Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento