Milleproroghe, Ermellino (Misto): Sopprimere art. 21 per salvare bonifiche ex Ilva

Condividi

Non posso dare il mio via libera al Milleproroghe senza che venga modificato, o meglio soppresso, l’articolo 21 che, come è noto, chiede di spostare le somme non utilizzate del patrimonio destinato per interventi di decarbonizzazione ed elettrificazione del ciclo produttivo dello stabilimento siderurgico di Taranto. Anche io, come altri miei colleghi deputati, presenterò un emendamento che propone di abrogare l’articolo responsabile di mettere a rischio le attività di bonifica nello stabilimento. Sono convinta della mia scelta e, a maggior ragione dopo aver audito i commissari Ilva in AS, sono anche consapevole che se il Governo non dovesse accettare questa corale richiesta di miglioramento metterebbe in serio pericolo le operazioni di decontaminazione e messa in sicurezza già avviate e future. I lavori di disinquinamento all’interno dello stabilimento tarantino sono talmente complessi, e per questo non privi di sorprese, che sarebbe imprudente non immaginare che le risorse fino a un certo momento non utilizzate possano magari servire per far fronte a possibili aggiornamenti di spesa nell’ambito delle operazioni. Il concetto di ‘non allocato’ non è sinonimo di ‘non utile’, per questo sostengo che la decisione dell’Esecutivo in materia corrisponda a una proposta politica avventata e contraria all’interesse di un intero territorio”. Lo comunica in una nota la deputata originaria della provincia di Taranto, Alessandra Ermellino del gruppo Misto.

Alessandra Ermellino

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento