Vincenzo Lenti (FdI) scrive all’Ente Comune di Grottaglie in merito alla Fo’cra, chiedendo alcuni chiarimenti

Condividi

Vi scrivo in qualità di Consigliere comunale di Fratelli d’Italia per significarVi quanto segue:

apprendiamo a mezzo stampa che, quest’anno, la Pira (o Fo’cra), il grande falò in onore del patrono San Ciro, è stata allestita da un’associazione privata e su suolo privato (area 167 bis) e dal manifesto realizzato dalla stessa Associazione per informare la cittadinanza notiamo lo Stemma comunale.

Dai social apprendiamo che, la Fo’cra sarebbe visitabile da tutti, dalle ore 10 alle ore 21, muniti di super green pass e mascherina ffp2.

Vi sarebbero anche visite guidate gratuite ed organizzate per coloro che volessero visitare la Fo’cra.

Sarebbe possibile visitare la struttura in legno anche accedendovi da un ingresso principale ed uscendo dal lato opposto della stessa, attraversandola lungo il suo interno.

Nonostante la Fo’cra sia stata realizzata da privati e su suolo privato, a nostro avviso, assumerebbe comunque connotazione di interesse pubblico.

Pertanto, anche in considerazione di quanto accaduto a Novoli dove abbiamo appreso a mezzo stampa che è crollato su se stesso il secondo piano della Focara, tenendo presente le finalità sopra esposte e, soprattutto, le modalità di accesso all’interno della struttura, aperta al pubblico, non avendo altri ed ulteriori riscontri ci preme rammentare a codesto Ente Comunale – al primo cittadino e agli assessori competenti -, qualora non fosse stato già valutato e verificato, se sono state adottate tutte le misure più efficaci per eliminare o ridurre al minimo i rischi per i visitatori che si addentrano nella struttura oltre a tutti gli adempimenti previsti dalla legge in materia di sicurezza.

Infine, verificare se lo Stemma comunale, logo istituzionale dell’Ente e utilizzato dagli organizzatori, sia stato regolarmente autorizzato.

Dott. Vincenzo Lenti
Consigliere comunale (FdI)

 


Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento