I 575 milioni tornano alle bonifiche

Condividi

“Buona notizia. Si lavori con la stessa grinta per le bonifiche in Mar Piccolo”

Agci Taranto plaude al risultato ottenuto grazie al voto espresso in nottata: le commissioni congiunte Affari Costituzionali e Bilancio della Camera hanno soppresso l’articolo 21 del decreto Milleproroghe che individuava una diversa destinazione per i 575 milioni di euro inizialmente individuati per procedere alle bonifiche del territorio. L’art 21 infatti andava a dirottare questi fondi verso interventi mirati alla decarbonizzazione. “Riteniamo si tratti di una buonissima notizia per tutta la comunità. Ci auguriamo che la stessa grinta venga utilizzata per far partire le operazioni che permetteranno al Mar Piccolo di recuperare l’ equilibrio necessario a far ripartire la tradizionale attività tarantina della mitilicoltura nel sito nel quale da sempre vengono coltivati i mitili. Detto ciò, rileviamo l’interesse per le problematiche del settore, mostrato in particolare dall’onorevole Vianello che di recente ha presentato una interrogazione parlamentare al fine di chiedere la celere definizione proprio delle operazioni di bonifica del Mar Piccolo, e quindi in primis la nomina di un nuovo commissario che possa essere individuato tra figure tecniche, esperte in materia. Come gruppo costituito di associazioni di categoria e sindacati (AGCI AGRITAL TARANTO, AGRIPESCA TARANTO, CONFCOOPERATIVE TARANTO -FEDERCOOPESCA, LEGACOOP AGROALIMENTARE TARANTO-DIPARTIMENTO PESCA, UNCI AGROALIMENTARE, FAI CISL, FLAI CGIL, UILA PESCA) terremo un confronto sul tema, sabato mattina con diversi parlamentari. Obiettivo dichiarato: unire le forze per centrare un risultato dal quale la rinascita prima e lo sviluppo economico del territorio poi non possono prescindere. 

 Emilio Palumbo
Agci Agritel Taranto

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento