“Teatro di Ieri” Rassegna teatrale in streaming

Condividi

Carosino (TA) – L’Amministrazione Di Cillo ha deciso di ripartire con le attività culturali dando il via al Festival del teatro amatoriale denominato “Teatro di ieri”: un’occasione per rivivere il passato e ricordare i fondatori del teatro carosinese, Salvatore Epifani e Francesco Lieti, proprio nel trentennale dalla morte di quest’ultimo.

La rassegna non potrà essere svolta in presenza poiché il Teatro Comunale di Carosino è interessato da lavori di ristrutturazione, e non sarebbe stato possibile rimettere in scena le opere teatrali con tutti gli attori dell’epoca: ma sarà ugualmente un’occasione per i cittadini di ritornare a teatro – e indietro nel tempo -, seppure in streaming.

Cinque spettacoli del teatro carosinese messi in scena negli ultimi quarant’anni, con l’idea di ripartire dal passato, ricordando il folklore e l’energia di qualche anno fa, per poter uscire dalla situazione pandemica con più carica e voglia di far ripartire la tradizione teatrale nella nostra comunità” – le parole del delegato Roselli.

Siamo  ripartiti  domenica 20 febbraio con lo spettacolo “Il piccolo sordomuto di Citigliano” scritto negli anni ‘80 da Francesco Lieti, in arte conosciuto come Cicci Ti Santa, con il quale si narra di vicende cinquecentesche da cui ha avuto origine proprio la comunità di Carosino. Si è continuato il 24 febbraio con “Nonci na mu capito” ed il 27 febbraio con la “Comune indifferenza”, entrambe creazioni artistiche di Angelo Avrusci; il 3 marzo sarà la volta di “Ci si tu?”, commedia brillante di Pino Fiorino per la regia di Peppino Cazzato, con la quale si affronta il delicato, annoso e sempre attuale tema del rapporto genitori – figli, sino al 10 marzo, concludendo con “Lu matrimonio”, scritto nell’81 da Andriani e Lieti.

Per il Primo Cittadino, Onofrio Di CilloL’argomento teatro è un tema importantissimo per questa Amministrazione: lo si veda dal fatto che non solo è stata prevista una delega ad hoc, ma anche per tutto ciò che sta orbitando intorno alla questione “teatro”, anche in tema di restyling, visti i lavori che stanno interessando il nostro Teatro. È un’iniziativa in ricordo delle nostre tradizioni teatrali, certi che a breve la comunità potrà godere della riapertura del nostro Teatro Comunale, libera – si spera – dalle restrizioni”.

Onofrio Di Cillo Sindaco e Davide RoselliDelegato Teatro

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento