Sabato 5 marzo la marcia della pace a Castellaneta

Condividi

CASTELLANETA (Ta) – Castellaneta dice no alla guerra e lo farà con una grande manifestazione pacifista organizzata dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con Unicef, in programma il prossimo 5 marzo.

Il ritrovo è fissato alle 09,30 in piazza Caduti del Lavoro e da qui, alle 10, si muoverà la marcia pacifista che arriverà fino in piazza Principe di Napoli, presso il Municipio di Castellaneta, con la partecipazione degli studenti di tutti gli istituti scolastici della città: “Pascoli – Giovinazzi”, “Filippo Surico”, “Orazio Flacco” e “Mauro Perrone”. Sindacati, associazioni e semplici cittadini sono invitati a unirsi alla manifestazione che, una volta giunta in piazza, sarà animata dagli interventi e dalle “lettere per la pace” degli studenti.

Al termine, sulla facciata della residenza municipale sarà esposta la grande bandiera della pace, realizzata per l’occasione dagli studenti dell’indirizzo “moda” dell’Istituto “Orazio Flacco”.

«Nelle ultime ore stiamo assistendo ad uno scempio senza precedenti – commenta il sindaco Giovanni Gugliotti – l’Europa sta vivendo momenti di terrore come non se ne avvertivano dalla Seconda Guerra Mondiale. Il nostro primo pensiero va alla popolazione civile sconvolta dalla violenza dei combattimenti; non possiamo ignorare la paura, la sofferenza, l’angoscia di tante persone innocenti, né rimane indifferenti di fronte alla tragedia di una nuova guerra. Una marcia non può certo fermare i bombardamenti e i conflitti che infiammano il mondo, ma abbiamo il desiderio e sentiamo il dovere di esprimere la nostra vicinanza al popolo ucraino affinché questo “abbraccio” sia una piccola luce di speranza e rafforzi la volontà della nostra comunità di vivere e convivere nella pace con tutti i popoli».

Il corteo pacifista, dopo la partenza da piazza Caduti del Lavoro, si snoderà lungo via San Francesco, viale Verdi, via Tedesco e infine via Roma sino a piazza Principe di Napoli. Il consiglio, per tutti coloro che prenderanno parte al corteo, è di indossare la mascherina FFP2 non potendo garantire il distanziamento fra le persone.


Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento