L’Asl Taranto e le lunghe attese al telefono con i call center

Condividi

E’ viva la polemica per le lunghe attese al telefono per le prenotazioni alla Asl Taranto, servizio che, ricordiamo, è affidato ai lavoratori della Sanitaservice recentemente trasferito ai nuovi locali di Via Ancona. Peraltro, se è normale per la comunità pretendere un servizio efficiente riemergono, anche in questa circostanza, gli aspetti strutturali che penalizzano il sistema sanitario alle nostre latitudini e che accentuano il suo divario territoriale con altre parti del paese. Che il personale sanitario nel Mezzogiorno sia insufficiente in tutti gli ambiti è un dato oggettivo, diretta conseguenza di una iniqua ripartizione della spesa sanitaria nazionale, anche se la politica continua a ignorare, attardandosi a dispute di quartiere. Anche le lunghe attese dei cittadini al telefono dipendono, come spiegato dall’amministrazione, sia da un numero non adeguato di dipendenti che da un flusso di chiamate che si concentra nelle ore centrali del mattino.

In attesa di dare concreta attuazione al nuovo piano organizzativo, illustrato alle OO.SS. lo scorso ottobre, che passa dalla implementazione delle casse automatiche all’aumento del personale, nell’immediato appare razionale introdurre l’orario unico dei dipendenti, evitando gli attuali tempi morti e consentendo una maggiore concentrazione nei momenti in cui è più intenso il traffico telefonico. Nel condividere la diffusione dei flussi telefonici per informare i cittadini sugli orari di più semplice accesso al servizio, permane la necessità di vigilare che la distribuzione del personale in tutta la Asl, non conservi sacche di privilegio per alcuni e un maggior lavoro per altri. Sull’argomento confidiamo che il nuovo vertice aziendale dia subito risposte alla grave vicenda dei neoassunti destinati nei reparti ma in realtà imboscati in comodi uffici: una macchia ingiusta all’immagine dei lavoratori della Asl che con tanto sacrificio hanno fronteggiato l’emergenza sanitaria nel nostro territorio.  Per intanto, con comunicato separato, abbiamo dato evidenza all’incontro di ieri tra il Dipartimento alla Salute e la Cisl Fp, unitamente alle sigle confederali, durante il quale oltre agli aspetti economici, la ns Segreteria regionale ha dato nuovo impulso alle assunzioni, alla definizione delle tante stabilizzazioni sospese e delle internalizzazioni già avviate, una fra tutte quella dei dipendenti della Logistica Integrata della Asl Ta. 

   Il Segretario Territoriale    Il Segretario Generale

  Giuseppe Lacorte           Massimo Ferri


Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento