Gestione infrastruttura ferroviaria: spostata al 2026 la scadenza dei contratti di gestione

Condividi

Maurodinoia: “L’obiettivo è mantenere in esercizio, in efficienza e sicurezza i servizi di trasporto pubblico con l’attuazione dei consistenti investimenti in corso e in programmazione”

Allineata al dicembre 2026, con gli interventi del PNRR e del Piano Complementare, la scadenza per la gestione dell’infrastruttura ferroviaria.

“Ci sarà continuità nella gestione dell’infrastruttura, al fine di garantire la sicurezza ferroviaria e salvaguardare l’attuazione degli investimenti previsti dal PNRR”. È la dichiarazione dell’Assessore ai Trasporti e alla Mobilità sostenibile, Anna Maurodinoia.

 “Avvertendo il dovere di assicurare l’interesse pubblico perseguito dall’attuazione dei rilevanti investimenti sull’infrastruttura ferroviaria, la Giunta oggi ha approvato lo Schema di Atto aggiuntivo che sposta al 31 dicembre 2026 la scadenza relativa ai contratti di gestione, già oggetto di proroga lo scorso dicembre. La decisione si è resa necessaria al fine di rendere temporalmente coerente il mantenimento in esercizio e in completa efficienza e sicurezza dei servizi di trasporto pubblico con l’attuazione dei consistenti investimenti in corso e in programmazione. Si consentirà, in tal modo, ai concessionari, in quanto soggetti attuatori, nel rispetto dei termini stringenti dettati dagli strumenti di assegnazione delle risorse, di eseguire i lavori supplementari nell’ambito del PNRR, del PNC e dei più recenti indirizzi di riprogrammazione, ammontanti a circa 475 milioni di euro”.

Resta comunque ferma la volontà dell’Amministrazione regionale di costituire una società di capitali a totale partecipazione pubblica e sotto il controllo analogo della Regione Puglia, dedicata alle attività di gestione e sviluppo unitari dell’infrastruttura ferroviaria di competenza regionale, oltre che dei servizi connessi.

Anna Maurodinoia
Assessore ai Trasporti  Regione Puglia

Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento