Celebrato il III Congresso SICET CISL Taranto Brindisi

Condividi

“Politiche abitative fattori di welfare territoriale” è stato il tema del 3° Congresso Sicet (Sindacato Inquilini Casa e Territorio) Cisl Taranto Brindisi celebrato venerdì 11 marzo u.s. presso Palazzo Imperiali a Francavilla Fontana (Br).

“Per il nostro territorio questo è un tempo di ripartenza eccezionale e di fatto irripetibile, ancor più per le ingenti risorse finanziarie europee disponibili per il Mezzogiorno; riteniamo, perciò, necessario un Patto sociale mirato alle politiche abitative, per dare risposte di comunità a bisogni di persone e famiglie in difficoltà e per  offrire alle generazioni presenti e future un Paese più giusto e più coeso, con la compiuta esigibilità del diritto all’abitazione – ha affermato, tra l’altro, nella sua relazione introduttiva Massimo Caliandro per circa due anni Reggente della stessa struttura – pertanto, ai Comuni sollecitiamo la redazione di Piani Casa, l’istituzione di Agenzie della casa, mentre al Governo per smuovere il mercato concernente il patrimonio privato della casa, chiediamo il varo di detrazioni di almeno il 19% dei canoni di locazione dalla denuncia dei redditi e una banca dati del riuso, per scongiurare il paradosso delle tante case vuote e al contempo delle tantissime famiglie che rischiano di non averne una o che, comunque, vivono un disagio abitativo.”

L’assemblea congressuale presieduta dal segretario Cisl territoriale Antonio  Baldassarre, nel corso del dibattito molto partecipato ha approvato, all’unanimità, un ordine del giorno con cui stigmatizza la folle aggressione russa ad una Nazione sovrana, l’Ucraina, portando nel cuore dell’Europa una guerra imperialista con potenziali esiti catastrofici e ponendola sotto attacco nei suoi valori di libertà e di democrazia.” 

Concludendo i lavori il segretario generale Cisl Taranto Brindisi Gianfranco Solazzo ha evocato “la mole di finanziamenti disponibili per inclusione e coesione con la missione 5 del PNRR, che devono coniugarsi con la capacità dell’Amministrazione pubblica di spenderli nei tempi previsti” ed ha invitato a “sdoganare il concetto di casa intesa come semplice manufatto, poiché intorno ad essa ruota tutto un mondo di cui  farsi carico come società, a partire dalle aspettative dei giovani, degli anziani, delle famiglie e dalle capacità reddituali complessive che la pandemia ha spostato verso il basso, appunto creando al Paese problemi di coesione sociale. Necessario, pertanto, sarà aprire una vertenza territoriale sul diritto alla casa, rimettendo al centro della politica la persona, valorizzando in chiave green il nostro patrimonio pubblico edilizio e riducendo i fenomeni di emarginazione e degrado sociale, in quanto  la rigenerazione urbana gioca un ruolo chiave sui versanti della sostenibilità e della  inclusione.”

A seguire, il Direttivo, votato dal 3° Congresso ha eletto Massimo Caliandro segretario generale del Sicet Cisl Taranto Brindisi e, su sua proposta, componenti della segreteria territoriale Concetta Nuzzo e Giuseppe Cofano.


Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento