Il VI Concorso “Storie in viaggio”: letteratura e territorio – I perché del progetto e tutti i nomi dei premiati dell’ultima edizione

Condividi

Qualche anno fa l’Associazione Culturale Euterpe di Jesi (AN) seguendo l’avvincente idea della Vice-Presidente e scrittrice Gioia Casale lanciò il progetto di un concorso letterario interamente dedicato al mondo dei viaggi. Universo che, da subito, gli organizzatori vollero spiegare come non limitato ai soli viaggi, ai momenti di spensieratezza e di vacanza, ma ad ogni forma di reale distanziamento da un luogo ritenuto la propria casa (o comunque nel quale si localizzano le proprie radici) a un luogo altro. L’intenzione, infatti, era stata quella di voler comprendere una serie di esperienze, tanto della tradizione odeporica, quanto dello svago, finanche dei pellegrinaggi, dei cammini religiosi, ma anche dei percorsi in solitaria, delle passeggiate nella natura e altro ancora quali, quelli meno fisici ma non meno importanti, i viaggi della mente, le dislocazioni apparentemente illusorie, quali il sogno, le divagazioni, i racconti utopici, i desideri inespressi nel reale che, nel dominio della carta, grazie a un flusso di coscienza più o meno accentuato, trovano compimento.

Ecco, su queste basi nacque il Concorso di Letteratura “Storie in viaggio” che, con la volontà di sposare la peculiarità dell’erranza, del passaggio, del viaggio, venne ideato come volutamente itinerante, senza una sede fissa e con l’idea di proporre ogni anno un luogo diverso in cui tenere la cerimonia di premiazione, scegliendo tra i tanti borghi della regione Marche, veri e propri gioielli incastonati tra l’Adriatico e l’Appennino. Luoghi forse in parte estranei alle grandi direttrici turistiche che riguardano quella che è “l’unica Regione plurale”, anche perché a volte fuori mano, un po’ delocalizzati, attorniati dalla campagna, ma che nulla hanno a invidiare, in quanto a ricchezze culturali e paesaggistiche ai centri di maggiore risonanza. Nell’occasione delle premiazioni, infatti, in sinergia con le Pro Loco o altri uffici comunali preposti all’accoglienza dei turisti, si è sempre tenuta, prima della cerimonia della consegna dei premi, una visita guidata della città, motivo di condivisione tra i vari partecipanti giunti da diverse città e momento nel quale poter meglio apprezzare le particolarità artistico-architettoniche e finanche quelle demo-etnoantropologiche dei vari borghi.

Fu così che il primo anno la premiazione si tenne a Cingoli, nel Maceratese, comune noto come “il balcone delle Marche” e, negli anni a seguire a Corinaldo, nel Senigalliese, a Camerata Picena e a Morro d’Alba, entrambi piccoli comuni della provincia di Ancona. La quinta edizione del Premio, poi annullata a causa Covid-19 e una bassa partecipazione in termini di adesioni, venne inglobata nella sesta, la cui premiazione era prevista per il 27 marzo u.s. nel comune di Falerone, nel Fermano, che porta ancora i segni del recente sisma che ha colpito l’Italia centrale. Per alcuni motivi non direttamente imputabili agli organizzatori del Premio, tuttavia, la premiazione non si è potuta svolgere. Come ogni anno l’Associazione ha provveduto a raccogliere i testi dei vincitori a vario titolo in un’antologia stampata in duecento copie (volume non in commercio) che è stata inoltrata, assieme ai premi vinti, in forma totalmente gratuita a tutti i premiati.

All’interno del volume si trova un breve saluto della scrittrice Gioia Casale, fondatrice di questo Premio, nella quale si legge: “… il viaggio riprende da dove si era interrotto. Dopo la sospensione dell’edizione 2020 a causa dell’emergenza sanitaria, tutt’ora in corso, le Storie in Viaggio sono tornate e hanno messo in moto una moltitudine di sentimenti, come solo le più belle storie scritte sono capaci di fare. Leggendole è spuntato un sorriso, o è tornato alla mente un ricordo del passato, è spuntata una lacrima per tristezza o commozione. Il cuore e l’anima si sono arricchiti attingendo dalle emozioni descritte nei vostri lavori. E anche quest’anno Vi ringraziamo per il tempo che ci avete dedicato interessandovi al nostro Concorso, un plauso speciale va ai giovani partecipanti che si sono messi in gioco, facendo girare gli ingranaggi dell’immaginazione e della fantasia, non più dell’infanzia, ma nemmeno dell’età adulta. […] E il nostro cammino continuerà fermandosi in altri luoghi, borghi, piccoli gioielli da conservare e custodire per proteggere e preservare la bellezza del nostro territorio. Vi aspettiamo al prossimo Viaggio…”.

Particolarmente nutrita è stata la partecipazione in questa edizione del Premio, ragione che ha condotto gli organizzatori ad assegnare, come contemplato dal bando di partecipazione, anche riconoscimenti aggiuntivi ad opere particolarmente meritevoli ma non rientrate nel podio definiti quali “Premi Speciali” e “Menzioni d’Onore”. Il verbale di Giuria redatto, firmato e chiuso in data 16 ottobre 2021 e dato poi a conoscere mediante i canali ufficiali dell’Associazione, ha riportato gli esiti di questa edizione che, di seguito, riportiamo per intero in forma sintetica.

Per la sezione “Racconto a tema il viaggio” sono risultati vincitori del podio: GABRIELE ANDREANI di Pesaro con il racconto “Con la neve nelle tasche” (1° premio); ELISA MARCHINETTI di Noceto (Parma) con il racconto “Capò” (2° premio) e NICOLETTA MORBIOLI di Verona con il racconto “Senza confini” (3° Premio). Due Premi Speciali conferiti in questa sezione, il Premio Speciale del Presidente di Giuria e il Premio Speciale della Critica che sono andati, rispettivamente, a GIORGIA FANTINUOLI di Collegno (Torino) con il racconto “Destinazione Kuala Lampur” e a MASSIMILIANO PRICOCO di Augusta (Siracusa) con il racconto “L’amore si è fermato nel porto di Tallinn”. Inoltre il riconoscimento di una Menzione d’Onore a FRANCESCO SINDACO di Cavenago Brianza (Monza-Brianza) con il racconto “Viaggiare”.

Per la sezione “Racconto a tema libero” il podio è stato così rappresentato: PATRIZIA BIRTOLO di Giussano (Monza-Brianza) con il racconto “Nodi” (1° premio); EMANUELE RIZZI di Frabosa Sottana (Cuneo) con il racconto “Il circo dei bambini” (2° Premio); ELENA TARDITI di Lomello (Pavia) con il racconto “Con passo lento” e MICHELE GINEVRA di Caltanissetta con il racconto “Ogni giorno è un giorno di cammino” (entrambi con 3° Premio Ex Aequo). L’organizzazione ha, inoltre, deciso di attribuire tre Menzioni d’Onore che sono state assegnate a CORRADO TRINGALI di Catania con il racconto “Appuntamento con il vulcano”, LUCIA LO BIANCO di Palermo con il racconto “Come stella ribelle all’orizzonte” e a RICCARDO DI LEVA di Polignano a Mare (Bari) con il racconto “Il Dio delle piccole cose”.

Per la sezione “Libro Edito a tema il viaggio” questo il podio: ULRIKE RAISER di Vedelago (Treviso) con il libro Deviazioni. Storie e luoghi del mondo (2020) edito da Alpine Studio di Lecco (1° premio); MANUEL SANTORO di Montesilvano (Pescara) con il libro Ande dimenticate. Cronache di viaggio dalla Sierra peruviana (2020) edito da Alpine Studio di Lecco; ANNELLA PRISCO di Napoli con il libro Specchio a tre ante (2020) edito da Guida di Napoli. Anche in questa sezione sono stati assegnati alcuni Premi Speciali: il Premio Speciale del Presidente del Premio e il Premio Speciale della Critica rispettivamente a BARBARA CASSIOLI di Bologna con il libro Di questi tempi – Da Bologna a Lampedusa senza soldi, alla ricerca di storie di cambiamento (2020) edito da Alpine Studio di Lecco e a LORENZO FRANCHINI di Induno Olona (Varese) con il libro Dove il mondo finisce. In vespa verso la ruta 40 (2019) edito da Alpine Studio di Lecco. Il Premio Speciale “Targa Euterpe” è stato attribuito all’autrice CRISTINA NOACCO di Tolosa (Francia) con il libro Sul filo delle creste. Da un capo all’altro della Corsica (2021) edito anch’esso da Alpine Studio di Lecco. A seguire, due Menzioni d’Onore: a GIANNA TRIMIGLIOZZI di Bari con il libro In viaggio (2013) edito da Mario Adda Editore, Bari, 2013 e a LUCIA GUIDORIZZI di Padova con il libro Quanto dista Finisterre? (2020) edito da Supernova di Venezia.

Parte dei volumi inviati dai partecipanti per prendere parte a questa sezione del Concorso sono già stati donati ad alcune biblioteche che li hanno catalogati e resi disponibili all’utenza. Tra queste la Biblioteca Comunale di Borgo San Lorenzo (Firenze), la Biblioteca Multimediale “Romualdo Sassi” di Fabriano (Ancona), la Biblioteca Comunale “Monsignor Germano Liberati” di Montegiorgio (Fermo), la Biblioteca Comunale “Ferretti-Brocco” di Mogliano (Macerata), la Biblioteca Comunale “Dante Alighieri” di Foligno (Perugia), la Biblioteca “Monsignor Vincenzo Morra” di Trinitapoli (Barletta-Andria-Trani), la Biblioteca della Scuola di I Grado di Sant’Agata Feltria (Rimini), la Biblioteca del Museo “Mirabile” delle Tradizioni e delle Arti Contadine di Marsala (Trapani) e la Biblioteca del Carcere di Bollate (Milano).

Per la sezione “Video-poesia e video-racconto a tema il viaggio”, pur essendo giunte delle opere, la Giuria ha deciso di non attribuire premi non ravvisando opere che risultassero da segnalare.

Lodevole anche la partecipazione dei giovani (minorenni), per la nuova sezione inserita all’interno del concorso, quella di “racconto a tema il viaggio” che ha visto affermarsi nel podio: MAYA SANTORO di Treviso con il racconto “Ascoltami” (1° premio), ELEONORA COCUCCI di Volterra (Pisa) con il racconto “Ricordi in valigia” (2° premio) e SALMAN YASSER BADR AHMED KENAWI di Alessandria d’Egitto (Egitto) con il racconto “Arciuk” (3° premio). Tutte le opere premiate (e le sole cover dei libri editi premiati) sono state pubblicate, come consuetudine del Concorso stesso, nell’antologia.

Con il Patrocinio della Provincia di Fermo e del Comune di Falerone (si ringrazia in particolare il Sindaco Armando Altini e l’Assessore alla Cultura Maria Teresa Quintozzi), quest’edizione del Premio ha visto come Commissione di Giuria per le varie sezioni a concorso poeti, scrittori, critici e giornalisti, esponenti di riconosciuta competenza in campo letterario e di promozione culturale. Hanno fatto parte della Commissione di Giuria, presieduta dal Segretario dell’Associazione Culturale Euterpe, lo scrittore Stefano Vignaroli, alcuni esponenti del Consiglio Direttivo dell’Associazione Culturale Euterpe rispettivamente il Presidente Lorenzo Spurio di Jesi (poeta, scrittore e critico letterario), la Vice-Presidente Gioia Casale di Jesi (scrittrice), la Consigliera-Tesoriere Alessandra Montali di Chiaravalle (scrittrice) e la Consigliera Emanuela Antonini di Perugia (poetessa e scrittrice, fondatrice e Presidente del Premio Nazionale “Novella Torregiani – Letteratura e Arti Figurative” organizzato sempre dall’Associazione Culturale Euterpe) e da una serie di collaboratori dell’Associazione: Angela Orazietti di Pennabilli (Rimini), scrittrice e vincitrice assoluta della I edizione del Concorso “Storie in viaggio”; Assunta De Maglie di Cingoli (Macerata), poetessa; Lucia Bonanni di Scarperia / San Piero a Sieve (Firenze), poetessa e critico letterario; Marco Squarcia di Amandola (Fermo), poeta e scrittore; Flavia Scebba di Foligno (Perugia), poetessa, Ambasciatrice del Movimento del Movimento Internazionale per la Gentilezza e Presidente di Giuria del Premio Internazionale di Poesia “Passaparola” di Spello (Perugia); Salvatore Mirabile di Marsala (Trapani), poeta, scrittore, cantastorie, Presidente del Museo “Mirabile” delle Tradizioni e delle Arti Contadine di Marsala (Trapani) e Tina Ferreri Tiberio di San Ferdinando di Puglia (Bari-Andria-Trani), poetessa, scrittrice e collaboratrice della rivista “Euterpe”.

Come di consueto l’antologia del concorso verrà donata a una serie di biblioteche civiche, provinciali, nazionali e universitarie in varie regioni italiane in modo che possa essere inserita nei cataloghi OPAC-SBN ed essere così resa disponibile all’utenza mediante prestito o consultazione in sede.

L’appuntamento con il Concorso “Storie in viaggio” è per il 2023. Difatti il Direttivo dell’Associazione Culturale Euterpe in una delle sue ultime riunioni ha deliberato che il Concorso “Storie in viaggio” verrà bandito con cadenza biennale ogni anno dispari. Invitiamo, pertanto, coloro che intendono partecipare a seguire i canali ufficiali dell’Associazione Culturale Euterpe per rimanere aggiornati ovvero il sito internet: www.associazioneeuterpe.com e la Pagina Facebook disponibile al link: https://www.facebook.com/euterpe.jesi

 

 


Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento