Accade in PugliaCronacaPRIMO PIANOTrasporti e mobilità

Anche sugli autobus di Kyma Mobilità Amat inizia il ritorno alla normalità

Condividi

Il bilancio positivo dell’impegno del personale di Kyma Mobilità Amat nella pandemia

Domani – 31 marzo – termina finalmente lo Stato d’emergenza sanitaria che, introdotto il 31 gennaio del 2020, non verrà più prorogato: il nostro Paese sembra vedere la luce in fondo al tunnel della pandemia!

Quello verso il ritorno alla normalità sarà un passaggio graduale, come stabilito dal Decreto Legge n.24 del 24 marzo scorso.

Per quanto riguarda il trasporto pubblico locale, la norma prevede che, da venerdì 1° aprile, sugli autobus di Kyma Mobilità Amat i passeggeri non debbano più esibire il “Green pass”, mentre dovranno continuare a indossare le mascherine FFP2.

Allo stesso modo, inoltre, da venerdì 1° aprile per accedere all’Ufficio Vendite di Kyma Mobilità Amat, in via D’Aquino, gli utenti non dovranno esibire il “green pass”, ma dovranno comunque indossare una mascherina, almeno del tipo chirurgico.

Cessato lo Stato d’emergenza sanitaria, domani si conclude anche l’impegno di Kyma Mobilità Amat, iniziato nel febbraio dello scorso anno, per facilitare il trasferimento dei cittadini verso gli hub vaccinali allestiti a Taranto.

Inizialmente Kyma Mobilità Amat ha organizzato – prima in Italia – il Servizio Bus-Vax “porta-a-porta” a favore della popolazione over 80, accompagnando in autobus gli anziani dal loro domicilio agli hub, per poi riportarli a casa dopo la vaccinazione; questo servizio innovativo è stato garantito verso i presidi vaccinali allestiti presso la SVAM, l’Istituto “Renato Moro”, la Facoltà di Medicina in Piazza Ebalia, il Palaricciardi e il Presidio ASL in Viale Magna Grecia.

Dall’agosto dell’anno scorso Kyma Mobilità Amat ha garantito anche il servizio di trasporto all’interno dell’Arsenale Militare a favore dei cittadini sprovvisti di automobile, trasferendoli dall’ingresso principale di via Di Palma fino all’hub vaccinale, distante centinaia di metri, e viceversa.

In tredici mesi migliaia e migliaia di cittadini hanno potuto usufruire gratuitamente di questi servizi di trasporto organizzati da Kyma Mobilità Amat, di concerto con l’Amministrazione comunale, per contribuire alla lotta contro la pandemia.

Avv. Giorgia Gira presidente Kyma Mobilità Amat Taranto

Nell’occasione la presidente di Kyma Mobilità Amat, Giorgia Gira, ha sottolineato come «durante la pandemia tutto il personale dell’azienda è stato in prima linea: gli autisti degli autobus, i manutentori delle officine, il personale degli uffici che ha coordinato il servizio con gli hub e gli utenti e, non ultimi, gli ausiliari del traffico che alle fermate hanno evitato gli assembramenti. A tutti loro va il ringraziamento del management aziendale e dei cittadini!»


Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento