PRIMO PIANOTrasporti e mobilità

Confartigianato trasporti: nessun fermo il 4 aprile

Condividi

Ribadito l’impegno di continuare il confronto con il Governo per arginare  le difficoltà delle imprese legate al caro-gasolio

Confartigianato Trasporti ha apprezzato l’impegno della viceministra Bellanova nel far comprendere il ruolo essenziale dell’autotrasporto, e quindi come associazione maggioritaria è stato chiesto ad UNATRAS, il coordinamento unitario delle Associazioni nazionali di categoria dell’autotrasporto, di revocare il fermo nazionale dei mezzi previsto per il 4 aprile. Confartigianato Trasporti è tuttora impegnata con il Governo per ricercare le soluzioni necessarie per aiutare le imprese dell’autotrasporto, comparto che ha bisogno di ricevere subito le risorse previste. Dopo i provvedimenti emergenziali per l’autotrasporto merci varati dal Consiglio dei Ministri con il Decreto “Ucraina”, è necessario distribuire agli autotrasportatori le risorse previste nel Fondo da 500 milioni di euro dedicate al caro gasolio, imprese su cui continuano a gravare pesantemente le conseguenze dall’aumento vertiginoso dei prezzi. Confartigianato Trasporti ha creato un filo diretto col Governo ed intende sfruttarlo al massimo in questa difficilissima fase di crisi del comparto dell’autotrasporto merci, assicurando agli uffici del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, tramite UNATRAS, tutto il proprio impegno e contributo per trovare la strada più agevole e veloce per fare arrivare la liquidità agli autotrasportatori.

Abbiamo scelto la via della responsabilità – commenta Domenico D’Amico, presidente di Confartigianato Taranto. –  Dal momento che si è aperto il dialogo e il confronto con gli interlocutori preposti, non solo a prendere atto del problema ma anche a valutare di concerto con noi le possibili soluzioni, ci è sembrato opportuno sospendere il fermo che avrebbe anche causato non pochi problemi di approvvigionamento delle merci per molti settori”.


Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare."Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento