“Cartapesta e Passione. I Misteri di Grottaglie: un caso ‘al confine’ tra le province di Taranto e Brindisi” se ne parlerà domani a Grottaglie

Condividi

Dopo due anni di assenza causati dalla pandemia, quest’anno tornano i Riti della Settimana Santa, una tradizione che contraddistingue il territorio pugliese e che rappresenta un profondo momento di fede e riflessione.

I Riti tornano anche a Grottaglie e, per l’occasione, ritorna in presenza “Pàthos. La Settimana Santa a Grottaglie: Riti e Tradizioni”, la serie di appuntamenti culturali dedicati al mondo suggestivo di arte, storia e devozione che ruota intorno alla Settimana Santa. Un’occasione unica per immergersi nell’atmosfera dei rituali legati alla Pasqua.

Dopo la visita guidata che si è svolta venerdì 8 aprile a cura delle guide turistiche dell’Info-Point turistico di Grottaglie, martedì 12 aprile alle 19:00 si terrà, presso l’oratorio della Confraternita del Carmine (antistante la Chiesa della Madonna del Carmine), un incontro dal titolo “Cartapesta e Passione. I Misteri di Grottaglie: un caso ‘al confine’ tra le province di Taranto e Brindisi” tenuto da Nicola Cleopazzo, docente e ricercatore presso il Dipartimento di Beni Culturali dell’Università del Salento (Lecce).

Nicola Cleopazzo, insieme alla prof.ssa Letizia Gaeta, si occupa di un progetto di ricerca per conto dell’Università del Salento che pone al centro le sculture dei Misteri pugliesi attraverso un’indagine territoriale nelle sue declinazioni storiche, artistiche, sociali e antropologiche.

La partecipazione è libera e nel rispetto delle nome anti-Covid19 attualmente in vigore.

 


Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento