Taranto. Servizi di contrasto al furto d’energia elettrica: 8 persone denunciate

Condividi

Come di consueto nella scorsa settimana sono proseguiti i servizi di contrasto al sempre più diffuso fenomeno del furto di energia elettrica. I controlli del Commissariato Borgo hanno interessato in particolare il quartiere Paolo Sesto ed il centro città.  Nella ormai collaudata sinergia tra i poliziotti ed i tecnici specializzati dell’Ente Distributore di energia elettrica, ben 8 sono stati i bypass fraudolenti scoperti dei quali 4 in uno stabile in via Nenni. 

Tra questi, in una pizzeria di via Nettuno, un mirato accertamento ha permesso di scoprire, ben occultato dietro il contatore, un bypass che, di fatto, escludeva il rilevatore del consumo elettrico. Alla stessa maniera, tre appartamenti dell’edificio sovrastante presentavano un allaccio abusivo alla rete elettrica. Al termine delle operazioni di ripristino e di messa in sicurezza della rete elettrica, i proprietari degli appartamenti e il titolare della pizzeria che beneficiavano illecitamente degli allacci abusivi sono stati denunciati in stato di libertà per presunto furto di energia elettrica. Il danno economico complessivo stimato dalla compagnia elettrica ammonta a circa 90mila euro. Sempre il Commissariato Borgo, congiuntamente alla ASL, ha controllato in Via Pitagora un ristorante di cucina cinese dove è stata riscontrata la precaria igiene della cucina e degli ambienti di lavoro e la presenza di numerosi prodotti alimentari, privi della prevista documentazione sulla tracciabilità del prodotto. Sequestrati inoltre quattro grosse buste di plastica contenenti alimenti e preparati di carne e pesce con evidenti segni di muffa  per un totale di circa un quintale. Il titolare del ristorante è stato sanzionato per le violazioni riscontrate, mentre gli alimenti sequestrati sono stati distrutti.


Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento