Giochi Del Mediterraneo, Perrini (FDI): «Quattro anni passano in fretta e c’è tanto da fare. A che punto è il cronoprogramma?»

Condividi

«I Giochi del Mediterraneo si svolgeranno fra quattro anni, dal 13 al 22 giugno del 2026, ed è del tutto evidente che la data sembra molto lontana nel tempo. Ma da imprenditore so che per alcune opere previste il tempo non è mai abbastanza, anche perché l’evento sportivo prevede ben 23 discipline olimpiche e due non olimpiche, mentre sette saranno gli sport di squadra con altrettante discipline paralimpiche. Oltre alla città di Taranto, interesserà fra gare ufficiali e allenamenti le città di Torricella, San Giorgio Jonico, Ginosa, Massafra, Crispiano Lecce, Francavilla Fontana, Fasano, Brindisi, Monopoli, La Terza, Statte, Pulsano Castellaneta, Leporano, Mottola, Grottaglie, Castellaneta Marina, Leporano, Montemesola e la Valle d’Itria per il percorso ciclistico.

«Nella sola città di Taranto sono previsti: la costruzione di un nuovo impianto natatorio, un centro nautico, la riqualificazione totale del complesso Magna Grecia e altri due impianti di quartiere, alla Salinella e a Paolo VI. Lo stadio del nuoto avrà una capienza di 2.300 spettatori e sarà dotato di tutti gli standard olimpici, primo ed unico della Regione Puglia. Ci sarà una vasca scoperta olimpica (50×21) con tribuna coperta da 1.000 posti e una vasca coperta (35×25) con tribuna da 500 posti. Il centro nautico avrà una capienza di 1.000 spettatori, struttura unica nel suo genere nel sud Italia e nuovo punto di riferimento per gli sport del mare a livello internazionale. Saranno costruiti pontili, attrezzature nautiche e di campo gara.

«Ma saranno anche di nuova costruzione gli impianti di allenamento al quartiere Salinella per il basket, la ristrutturazione del campo sportivo di Talsano. Per gli impianti da ristrutturare, l’elenco comprende: il campo scuola al quartiere Salinella, lo stadio Jacovone, il Palamazzola, il Palafiom, il pattinodromo della Salinella e il circolo Tennis.

Insomma, fra quattro anni l’urbanistica sportiva di Taranto e provincia cambierà volto! Chiaramente se il cronoprogramma sarà rispettato. Per questo motivo ho presentato un’interrogazione al presidente Emiliano e all’assessore allo Sport, Piemontese, per sapere a che punto sono le progettazioni, soprattutto per le gli impianti di nuova generazione. Non solo, ma anche se l’elenco della città indicate del Comitato Organizzativo dei Giochi del Mediterraneo ad ospitare sia le gare ufficiali, sia gli allenamenti, possa subire variazioni, nonché se le stesse amministrazioni interessate, abbiano intrapreso i percorsi necessari a garantire misure economiche opportune per lo svolgimento degli eventi stabiliti dall’organizzazione dei Giochi del Mediterraneo. Va, infatti, ricordato che 150 milioni sono in carico agli enti locali e in modo particolare ai 20 Comuni che ospitano la manifestazione.»

Renato Perrini

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento