” Addirittura Padre”: al teatro comunale di Novoli, il magistrato Salvatore Cosentino presenta il suo nuovo spettacolo, in scena con il figlio Saverio

Condividi

Salvatore Cosentino

Sabato 14 maggio (ore 21 – ingresso 10 euro/ridotto 8 euro –  info e prenotazioni 3208607996 – 3290474358 – 3403129308) al Teatro Comunale di Novoli con Addirittura padre di Salvatore Cosentino si conclude “Padri, madri, eroi“, stagione promossa da Comune di NovoliTeatro Pubblico Pugliese Factory Compagnia Transadriatica, in collaborazione con Blablabla nell’ambito della rete Teatri del Nord Salento. Il magistrato mette in scena le emozioni vissute dalla nascita di un figlio. È il racconto, fondamentalmente autobiografico, di un pensiero astratto e distaccato – quello di mettere al mondo, in un imprecisato giorno, un figlio – che si fa “addirittura” realtà. Con la partecipazione del piccolo Francesco Saverio Cosentino, lo spettacolo dà voce ed immagini ad emozioni contrastanti, uniche ed irripetibili, vissute nel continuo scambio di ‘messaggi’ e intese tra padre e figlio, sempre più consapevole ed infine vitale per entrambi. Ne deriva, infatti, la continua costruzione di un mondo condiviso, fatto di curiosità, di conoscenza, di divertimento, di complicità, di scoperta incessante, di cultura, di Amore. Classe 1966, nato a Modena, ma leccese d’adozione, Salvatore Cosentino si è laureato a 23 anni e ha vinto subito il concorso in magistratura. A 25 anni era uno di quei giovanissimi magistrati che l’allora Presidente della Repubblica Francesco Cossiga ribattezzò “giudici ragazzini”, con le funzioni di Sostituto Procuratore presso il Tribunale di Locri. Cosentino approda al teatro quasi per caso; il suo primo monologo nasce, infatti, durante un convegno accademico su giustizia e arte. L’incredibile successo ottenuto in quell’occasione segna per il magistrato il ritorno alla passione per la scena, la letteratura, l’arte e la musica che ha accompagnato la sua formazione fin dalle origini. Si susseguono da allora una serie di produzioni teatrali e musicali, di spettacoli e conversazioni, di relazioni e monologhi unici nel loro genere. Si tratta dello spettacolo di chiusura di “Padri, madri, eroi” che da marzo, tra Novoli, Trepuzzi e Campi Salentina, ha ospitato nove spettacoli di teatro, musica, circo e danza e quattro appuntamenti per le famiglie. Tra gli ospiti Claudio Prima e Seme, Wu Ming 2 e la compagnia circense El Grito, Oscar De Summa, Roberto Anglisani, Pino Ingrosso, Nardinocchi – Matcovich, Sara Bevilacqua, Los Guardiola, Otto Marco Mercante, Factory Compagnia Transadriatica, Fondazione Sipario Toscana e Crest.


Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento