A Gallipoli dal 24 giugno la mostra dedicata a Banksy al Museo Diocesano

Condividi

EARLY ARTIST KNOWN AS BANKSY 2002-2007 PRINTS SELECTION, a cura di Stefano Antonelli e Gianluca Marziani, prodotta e organizzata da S.I.A. srl e MetaMorfosi Eventi, promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Gallipoli, dalla Diocesi di Nardò-Gallipoli e dal Museo Diocesano di Gallipoli “Mons. Vittorio Fusco”, in collaborazione con Mostre Lab e Wall Drawings è dedicata ad uno degli artisti più iconici del nuovo millennio.

Banksy, dal 24 giugno 2022, sarà in mostra negli spazi del Museo Diocesano di Gallipoli “Mons. Vittorio Fusco” con le sue opere più famose ed enigmatiche: immagini e forme di inaudita potenza etica, evocativa e tematica. Nella sede dell’antico Seminario, attiguo alla concattedrale di Sant’Agata, nel cuore del centro storico di Gallipoli, il Museo Diocesano accoglierà fino al 30 settembre 2022 una selezione di serigrafie realizzate dall’artista tra il 2002 e il 2007. Si tratta di immagini tra le più conosciute e simboliche, quelle che hanno decretato il successo planetario di un artista tra i più complessi, geniali e intuitivi del nostro secolo.

In esposizione anche due vere e proprie icone della produzione dell’artista britannico, ormai conosciute e amate in tutto il mondo per il tratto artistico immediato e per i potenti messaggi sociali: Girl with Balloon, serigrafia su carta del 2004-05, che nel 2017 è stata votata in un sondaggio come l’opera più amata dai britannici e Love is in the Air, un lavoro su carta che riproduce su fondo rosso lo stencil apparso per la prima volta nel 2003 a Gerusalemme, raffigurante un giovane che lancia un mazzo di fiori.

Il Sindaco Stefano Minerva: “Gallipoli apre le porte ad una mostra che affascina e incuriosisce tutte le fasce d’età. Il Museo Diocesano incontra il mondo della street art, quello dell’arte contemporanea a cielo aperto: un connubio che, siamo sicuri, sarà vincente in questa nuova stagione estiva in cui la città splenderà più che mai”.

Questa mostra è l’esito di un progetto scientifico, analitico e critico indipendente. L’artista conosciuto come Banksy non è coinvolto nel progetto espositivo, pur essendone stato informato.


Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare."Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento