Toponomastica a Grottaglie: libertà, creatività, approssimatività

Condividi

Via Martiri di via Fani

GROTTAGLIE (Ta) – Forse abbiamo creato un neologismo, o forse no, e i cultori della lingua italiana staranno inorridendo nel leggere il titolo, ma l’errore è voluto. Certo; intanto per assonanza con gli altri due sostantivi, poi per sottolineare con forza  il concetto di approssimazione che, ad uno sguardo attento, balza all’occhio di chi osserva  girando per le strade grottagliesi.

via Pio La Torre, Grottaglie

La toponomastica e l’onomastica urbana hanno delle regole ben precise, e l’assegnazione dei nomi delle strade risponde ad un Regolamento comunale in genere adottato con delibera in Consiglio comunale, un documento ufficiale dunque. Viene redatto da un dirigente responsabile, coadiuvato da un gruppo di lavoro costituito da almeno due tecnici, di cui un geometra. In sintesi, il documento regola principalmente due aspetti: la nomenclatura e la numerazione. In parole povere: codifica le istruzioni per l’uso su come nominare le strade, e su come assegnare i numeri civici.

A monte di queste informazioni, il Regolamento non si pone questioni grammaticali e lessicali, dando evidentemente per buono che chi si occupi di toponomastica conosca le regole basilari della grammatica italiana. Purtroppo, girando per Grottaglie, un dubbio ci viene, perché di esempi ce ne sono diversi. Ne abbiamo fotografati alcuni, ma non escludiamo che ce ne possano essere degli altri che al momento ignoriamo.

Per chi volesse approfondire la lettura del Regolamento, può cliccare qui e accedere al documento Regolamento di Toponomastica e della Numerazione Civica

Questa via dovrebbe essere correttamente nominata via Portella della Ginestra, Grottaglie

Intanto va considerato criterio della conformità che è da seguire in modo opportuno ed appropriato, eppure notiamo che alcune vie sono riportate in lapidario (tutto maiuscolo), stile che invece viene riservato alle targhe (o lapidi commemorative); mentre altri nome di vie sono scritti alternativamente con le iniziali in maiuscolo (così come dovrebbe essere), altre tutte in  minuscolo – criterio quest’ultimo che sin nella scuola primaria viene segnato come un errore grave. Nomi propri, cognomi, nomi di città e nomi geografici vanno scritti sempre con le iniziali maiuscole. Le norme di onomastica stradale specificano che solo in casi eccezionali, ove il nome cioè risulti particolarmente lungo, si possano usare i caratteri dell’alfabeto “stretto minuscolo positivo”. Cognomi e nomi vanno scritti per intero, salvo nomi propri particolarmente lunghi che si trascriveranno puntati; ma quest’ultima non è una regola generale.

Ci scusiamo per queste precisazioni, un po’ ce ne vergogniamo pure; dopotutto forse è meglio  ripetere che sorvolare facendo finta di niente.

via Tiziano, Grottaglie

Un caso a parte, finora isolato, è quello riservato a via Portelle delle Ginestre, che in realtà dovrebbe essere chiamata via “Portella della Ginestra”. Infatti Portella della Ginestra è un nome geografico, ovvero il nome di un Comune nella Piana degli Albanesi, in provincia di Palermo, Sicilia, tristemente ricordata per la strage del 1° maggio 1947 ad opera della banda di Salvatore Giuliano che sparò contro dei contadini ferendone e uccidendone diversi, unicamente colpevoli di celebrare la Giornata dei lavoratori. In definitiva “Portelle delle Ginestre” non esiste, per cui se l’intento di assegnare questo nome ad una via era quello di commemorare l’evento e la memoria dei caduti, l’obiettivo è miseramente fallito nella forma – e quindi anche nella sostanza, perdendo ogni significato.

Ci auguriamo che l’Amministrazione comunale, da sempre sensibile agli aspetti culturali della città, voglia porre tempestivo rimedio a queste lacune; i cittadini se lo aspettano, i visitatori lo apprezzerebbero.

via Marco Biagi, Grottaglie

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

via Ezio Tarantelli, Grottaglie

 

 

 

 

 

 

 

 

 

via Michelangelo Buonarroti, Grottaglie

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

viale Karl Marx, Grottaglie

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Via Enrico Berlinguer, Grottaglie

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

via Piersanti Mattarella, Grottaglie

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

via Carlo Alberto Dalla Chiesa, Grottaglie

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

piazza Angelo Fago

 

 

 

 


Condividi

Sabrina Del Piano

Archeologa preistorica, dottore di ricerca in geomorfologia e dinamica ambientale, esperta in analisi dei paesaggi. Operatore culturale, ideatrice di eventi culturali, editoriali ed artistici. Expert in prehistoric archaeology, geomorphology and landscapes analysis. Cultural operator and art events organizer

Lascia un commento