Accade in PugliaAmbienteEconomiaPoliticaPRIMO PIANOTaranto & Provincia

Presentata Mozione sul mancato recupero delle royalties della Società Ambiente srl già Ecolevante spa

Condividi

Nella mozione viene chiesto di incaricare un Collegio di consulenti legali al fine di accertare eventuali responsabilità di amministratori, funzionari, collaboratori, professionisti incaricati oaltri soggetti comunque coinvolti.

Grottaglie  – Ecco cosa scrivono i Consiglieri comunali Francesco DONATELLI, Ciro PETRARULO, Alfredo TRAVERSA, Giovanni MARINELLI e Massimo CARRIERI nella mozione:

Discarica ExEcolevante

Premettono che   la Giunta Municipale, con delibera n. 546 del 29/12/2016, dava mandato al proprio ufficio legale di instaurare la procedura arbitrale allo scopo di conseguire la riscossione delle royalties ad esso dovute dalla società Linea Ambiente S.r.l. già Ecolevante S.p.a..

che il Lodo a definizione della Controversia Arbitrale si è concluso con la condanna della società Linea Ambiente srl al pagamento in favore del Comune di Grottaglie della somma di Euro 2.841.380 IVA inclusa oltre interessi a far data del 31/12/2016.

che a seguito di impugnazione principale da parte della Ecolevante s.p.a. ed incidentale da parte del Comune di Grottaglie, avverso il Lodo emesso dal Collegio Arbitrale, con sentenza n. 143/2020, la Corte di Appello di Bari ha respinto entrambe le impugnazioni confermando in toto il Lodo Arbitrale.

Dopo le importanti premesse constato che dalla lettura del lodo si evince che il Comune di Grottaglie aveva richiesto la condanna al pagamento di € 6.042.737,54 iva compresa, di cui: € 2.351,80 + 830.985,74 (iva compresa) residuo anno 2015; € 2.841.380,00 (iva compresa) per l’anno 2016; € 2.368.020,00 (iva compresa) per l’anno 2017; che aveva richiesto altresì il pagamento delle maturande royalties per l’anno 2018; che Il Collegio Arbitrale riconosce solo le royalties dell’anno 2016 mentre non riconosce le royalties dell’anno 2015, 2017 e le maturande del 2018;

Il mancato riconoscimento del residuo anno 2015 e del 2017 il Collegio lo fonda sul mancato raggiungimento della prova del quantum, cioè sull’importo effettivo. In altri termini il Collegio riconosce che le somme a titolo di royalties sono dovute ma poi dichiara che per il 2015 e 2017 il Comune di Grottaglie non ha fornito sufficienti documenti a riprova del quantum del suo credito. Nulla precisa in merito alle royalties del 2018 per le quali vi è stato un rigetto implicito.

 E Considerato che, a seguito della delibera della Corte dei Conti n. 149/2021 che aveva accertato la “inadeguatezza del sistema dei controlli interni ai fini del rispetto delle regole contabili e dell’equilibrio di bilancio del Comune di Grottaglie (TA) nell’esercizio 2018”, il Consiglio comunale in data 10/03/2022 ha approvato il Regolamento per la disciplina dei controlli interni.

Quindi  il mancato incasso delle royalties per non aver provato il quantum delle stesse ha comportato un notevole danno erariale per l’Ente;

e  quanto detto impone all’Amministrazione dell’Ente l’obbligo irrinunciabile e indifferibile di accertare gli eventuali responsabili del danno al fine di ottenere da questi il ristoro del danno subito.

 Quanto ciò  premesso, rilevato e constatato il Consiglio comunale impegna il Sindaco e la Giunta comunale a incaricare un collegio di consulenti legali al fine di accertare, con apposito parere scritto, eventuali responsabilità di amministratori, funzionari, collaboratori, professionisti incaricati o altri soggetti comunque coinvolti, per il danno conseguente al mancato incasso delle royalties come indicato in premessa, e, in caso vengano individuate responsabilità, di procedere senza indugio all’azione di risarcimento del danno nei confronti di tutti  i responsabili.

Fin qui la mozione di metà dell’opposizione in Consiglio comunale, mancano infatti i Consiglieri Gianfreda, Orlando, Santoro e Lenti, quindi una mozione che dovrà passare al vaglio dell’Assise cittadina e forse sarà l’ennesimo “buco” nell’acqua.

 

Francesco Donatelli

Presidente del Gruppo Consiliare del PD


Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento