AgricolturaAccade in PugliaCronacaPoliticaPRIMO PIANO

Danni alle coltivazioni nel tarantino a causa della grandine. Galante (M5S): “Attivare gli adempimenti per la richiesta dello stato di calamità naturale”

Condividi

“Le violente grandinate che nei giorni scorsi si sono abbattute sul versante orientale della provincia di Taranto hanno danneggiato vigneti, uliveti, frutteti e ortaggi, con gravissime conseguenze per gli agricoltori che hanno visto compromessa la loro produzione. Una denuncia che arriva dalla CIA,  per cui è necessario agire il prima possibile”. Lo dichiara il capogruppo del M5S Marco Galante  che chiede di attivare per il tramite dei competenti uffici provinciali tutti gli adempimenti del caso, attraverso i sopralluoghi nei territori interessati per rilevare l’entità, il tipo e la natura del danno, in modo da accertare la sussistenza delle condizioni per formulare la proposta al Ministero delle Politiche Agricole per l’emanazione del decreto di declaratoria dell’eccezionalità dell’evento avverso e di deliberare con urgenza, laddove sussistano le condizioni, la richiesta di stato di calamità naturale al Ministero. Galante chiede, inoltre, di approntare, con la massima sollecitudine, ogni altra misura per sostenere le aree maggiormente colpite.

“Ai nostri agricoltori  – conclude Galante – va dato un sostegno economico visti gli ingenti danni subiti  e siamo sicuri che la Giunta attiverà il prima possibile tutte le procedure necessarie per deliberare con urgenza la richiesta di stato di calamità naturale al Ministero alle Politiche Agricole”.

Marco Galante Consigliere Regione Puglia (M5S)

Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento