Lo chiamerò Pinocchio, il nuovo progetto degli Areté

Condividi

Grande successo per la conclusione del progetto “A RITMO DI ORFF” nel quale l’associazione Areté ha creato un evento, frutto di un laboratorio durato sei mesi portando in scena uno spettacolo che ha toccato molte corde dei cuori degli spettatori e di tutti coloro che erano presenti: “Lo chiamerò Pinocchio“, un progetto dove il limite fisico, sociale, psichico è diventato un punto di partenza creativo, originale e soprattutto un profilo di identità.
Gli Areté hanno fatto divertire, lavorare e creare, realizzando uno spazio dove le differenze si sono trasformate in ricchezze d’animo.
Solo attraverso il teatro ciò è possibile, abitare l’universo fantastico vuol dire spogliarsi della propria identità per interpretare molteplici personalità.
Lo staff che ha curato il laboratorio è formato da: Giuseppina Nigro , Stefania Frisa, Anna Ersilia Di Palma, Tiziana Pastano.
L’accompagnamento musicale è stato curato dal maestro Francesco Colonna dell’associazione musicale Paisiello e l’educatrice della New Dreams Cooperativa sociale Mary Annicchiarico.
I protagonisti sensazionali sono stati i ragazzi che con gioia ed entusiasmo hanno partecipato attivamente, trasmettendo emozioni indescrivibili.


Condividi

Valentina D'Amuri

Laureata in Progettazione e Gestione Formativa nell'era digitale, consegue il Master di II livello in Studi Strategici e Sicurezza Internazionale in concomitanza con il Corso Normale di Stato Maggiore della Marina Militare. Instructional Designer, collabora alla produzione di diversi progetti in ambito civile e militare. "Non chi comincia ma quel che persevera"

Lascia un commento