AgricolturaAccade in PugliaCronacaPRIMO PIANO

Puglia Favorevole chiede alle istituzioni interventi immediati e concreti a difesa del comparto agricolo e dell’allevamento

Condividi

Provincia di Bari. Agricoltura e allevamento al collasso. Aumento benzina e utenze, problema siccità, costi di produzione alti, pericolo cinghiali.

Problema Covid, guerra in Ucraina, meno esportazioni con i paesi esteri, aumento dei costi di produzione e tanti altri problemi, in questo ultimo periodo, hanno compromesso il mondo agricolo e dell’allevamento in tutta la Puglia e specialmente nella provincia di Bari.

Paesi come Bitonto, Terlizzi, Corato, produttori di olio e di prodotti orto frutticoli, la zona di Conversano, Santeramo, Sammichele, Gioia del colle, Altamura e Gravina con i suoi importanti allevamenti di bestiame e con la loro grande produzione di latte e per finire i paesi nella Valle d’ Itria come Locorotondo, Alberobello, Castellano Grotte per la produzione del vino, stanno

attraversando oggi un bruttissimo periodo.

Problemi vecchi e nuovi hanno portato l’agricoltura e l’allevamento pugliese a vivere in questi mesi una crisi senza precedenti che non sta risparmiando alcun settore.

Le emergenze aumentano giorno dopo giorno. L’aumento esponenziale dei prezzi delle materie prime e dei carburanti, reso ancora più pesante dalle conseguenze catastrofiche inerenti a Xylella fastidiosa, fauna selvatica, vedi l’aumento esponenziale dei cinghiali, lupi e i tanti cambiamenti climatici, creano un forte disagio ai nostri produttori.

Infatti, i produttori Pugliesi preferiscono non produrre o diminuire la produzione dei loro prodotti perché sono costretti ad aumentare i prezzi di vendita e non riescono più a vendere alla grande distribuzione. Quest’ultima preferisce comprare dai paesi esteri a prezzi molto più bassi. Questa situazione sta aumentando velocemente la disoccupazione in Puglia mettendo in crisi le famiglie pugliesi.

Nella Provincia di Bari la questione siccità preoccupa tantissimo le nostre aziende, anche per le conseguenze che potrebbe avere su tutti i vigneti e gli uliveti e su tutte le produzioni da fiori, frutta e verdura. La nostra provincia invece è fortemente interessata dall’incremento di danni ai campi e i tantissimi incidenti automobilistici causati dai cinghiali e dai lupi che, senza paura verso l’uomo, stanno invadendo i nostri comuni (Modugno, Bitonto, Bari e tutta la Murgia).

Il nostro Movimento Puglia Favorevole chiede alle nostre Istituzioni (Comuni, Province Regione Puglia e i Prefetti) e a tutte le organizzazioni sindacali e ai vari Consorzi di Bonifica, un ‘intervento immediato.

Chiediamo incontri, proposte e azioni concrete da parte di tutti gli interessati a questo problema. Meno tasse, utenze più basse, più sgravi fiscali. Investimenti mirati con i fondi Europei, studio approfondito sulla produttività e i consumi nella nostra regione. Riorganizzazione delle aziende agricole e delle varie coltivazioni. Immediato nuovo accordo con la grande distribuzione e il ricalcolo dei prezzi d’acquisto dei nostri prodotti.

Oggi il nostro Movimento Puglia Favorevole vuole far sentire la sua voce e affrontare con tutti i cittadini pugliesi questo grande problema.

Infatti, ha condiviso sui social più importanti, una campagna di sensibilizzazione sul problema “agricoltura” dal titolo “TUTTI INSIEME FACCIAMO SENTIRE LA NOSTRA VOCE”.

 

Felice Teofilo – Coordinatore provinciale Bari – PUGLIA FAVOREVOLE


Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento