Atterrato aeromobile LUMIWINGS. Il Presidente Vasile: “Promessa mantenuta”

Condividi

Foggia – In attesa del primo volo per Milano previsto alle 18.25 di venerdì 30 settembre, stamattina sulla pista dell’aeroporto ‘Gino Lisa’ è atterrato un aeromobile B737-300 della compagnia Lumiwings per un volo di familiarizzazione con l’infrastruttura foggiana.

“Abbiamo mantenuto la promessa – ha dichiarato il Presidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Maria Vasile. Era il 7 novembre del 2011 quando l’ultimo aereo decollò da Foggia alla volta di Milano. E oggi 23 settembre un aereo destinato ai voli commerciali atterra al ‘Gino Lisa’. 7 novembre 2011-23 settembre 2022. Sono due date importanti per Aeroporti di Puglia e per il territorio foggiano: in questi anni siamo riusciti a superare problemi tecnici di enorme complessità, ai quali si è aggiunto lo stop determinato dalla pandemia; e ci siamo riusciti grazie a un lavoro incessante, portato avanti da una squadra coesa e determinata. Oggi più che mai sento quindi di ringraziare tutti coloro che hanno lavorato duramente per raggiungere questo grande risultato. Grazie al Presidente Emiliano che ha creduto sin da subito nella rinascita dello scalo foggiano, grazie all’ENAC, grazie al nostro management e a tutto il personale che ha lavorato perché il ‘Gino Lisa’ potesse riaprire”.

“Sono immagini che scandiscono un passaggio veramente molto atteso dal territorio di Foggia – dichiara il presidente della Regione Puglia – la rinascita del Gino Lisa racchiude speranze di crescita e progresso sociale, economico e culturale, nuove progettualità, il desiderio di rafforzare questa destinazione per renderla una meta turistica tutto l’anno, essendo già una terra amatissima per la ricchezza del suo patrimonio artistico e paesaggistico. Quelle di oggi sono immagini che descrivono meglio delle parole la concretezza del lavoro di questi anni, un lavoro sostenuto dalla determinazione dei cittadini di Foggia che tanto hanno desiderato realizzare questo obiettivo”.

 

 

 

 

 




Condividi

Redazione Oraquadra

La redazione.

Lascia un commento