Sport

CALCIO SERIE C: Il Taranto spegne il Foggia: vittoria di cuore e sofferenza

Condividi

TARANTO-FOGGIA 1-0

TARANTO : 26 Vannucchi; 24 Evangelisti, 4 Antonini, 6 Manetta[vk]; 72 Mastromonaco, 96 Romano, 10 Labriola (12’st 21 Mazza), 18 De Maria, 3 Ferrara [k]; 11 Guida (38’st 99 La Monica); 81 Tommasini (22’pt 9 Infantino, 38’st 23 Raicevic).

A disposizione: 12 Russo, 17 Granata, 19 Panattoni, 33 Vona.

Allenatore: Ezio Capuano

FOGGIA : 15 Nobile; 2 Garattoni (39’st 38 Nicolao), 5 Malomo, 19 Sciacca, 32 Costa; 25 Petermann , 77 Odjer (39’pt 14 Papazov), 28 Di Noia (39’st 26 Frigerio); 7 Schenetti; 72 Vuthaj, 11 D’Ursi (13’st 9 Ogunseye).

A disposizione: 1 Raccichini, 12 Illuzzi, 8 Chierico, 10 Peralta, 21 Leo, 33 Peschetola, 44 Iacoponi, 99 Tonin.

Allenatore: Antonio Gentile

Arbitro: Paride Tremolada

Il derby tra Taranto e Foggia è  fra due deluse di questa prima fase del campionato. Il Taranto ultimo in classifica scende in campo con molte assenze e Capuano che ritrova Ferrara propone Evangelisti in difesa, buttando in campo anche Mastromonaco e Tommasini. Il Foggia in difficoltà dopo l’esonero del tecnico Boscaglia è guidato da Gentile, in attesa all’arrivo del nuovo tecnico.

Il Foggia inizia di buona lena nel primo tempo ma è del TAranto a prima occasione è al 4′ con Tommasini, con un diagonale deviato in corner da Nobile. Sul cross Labriola tira centrale sul portiere. Il Foggia replica al 9’con Schenetti, il suo rasoterra viene deviato da Vannucchi. Il Foggia ha il pallino del gioco, il Taranto soffre e al 22 perde Tommasini per infortunio. Vannucchi compie un miracolo su D’Ursi  al 19’ mentre al 34’ è la traversa lo  salva dal tiro di Schenetti. Nel momento migliore del Foggia i rossoblù segnano. Fallo da ultimo uomo di Malomo su Romano e calcio di rigore per il Taranto: dal dischetto Infantino regala il vantaggio.

Il secondo tempo non offre molto. Il Foggia cerca di sfondare, ma il Taranto si chiude bene. Il Foggia è nervoso e fioccano tre cartellini gialli per i rossoneri Schenetti, Papazov e Di Noia. Il Taranto spegne il gioco del Foggia la difesa rossoblù regge stavolta. All’80’ Ferrara provoca fallo in area, ma Vannucchi compie il miracolo di giornata e neutralizza il rigore di Vutaj. Quattro minuti di recupero, il Taranto porta a casa tre punti importantissimi.

Serviva solo vincere al Taranto e al Foggia. I roblemi restano ma il Taranto ha tanto cuore. Capuano è un grande motivatore

Il Foggia è preda di troppo nervosismo e questa è la causa della sconfitta.

Domenica c’è una partita difficile a Latina, che oggi ha strapazzato la Viterbese per 1-5.


Condividi

Pierpaolo Piangiolino

Avvocato e grafologo giudiziario iscritto all'albo dei CTU e periti del Tribunale di Taranto. Calligrafo e Tecnico di Biologia Marina specializzato presso l’Università di Bari. Romanziere, vignettista e cruciverbista

Lascia un commento